Economia San Giuseppe

Fatturato e solidarietà, il 2020 di Seisnet è da record

Fatturato in crescita del 20% e nuove assunzioni, oltre ad una crescita a doppia cifra anche nel 2021, Inoltre, l’azienda di San Giuseppe ha donato a Adoces una piattaforma online collegata al registro Nazionale dei trapianti

Un fatturato in continua crescita anche nel corso del 2020, l’anno nero dell’economia provata dal Covid, quattro nuove assunzioni e la creazione di due nuove società in grado di offrire nuove opportunità lavorative soprattutto ai giovani. Ma anche la coscienza di lavorare in un settore “graziato” dalla crisi e per questo un debito nei confronti del territorio e della società da “saldare” regalando alla Federazione italiana Adoces una piattaforma multimediale collegata al Registro italiano donatori midollo osseo. Può essere riassunto così l’ultimo anno e mezzo di SEISNET SRL, azienda trevigiana con sede a San Giuseppe di Treviso che da oltre 25 anni si occupa di progetti e servizi web per le imprese. 

I NUMERI
Il fatturato nel corso del 2020 è cresciuto del 20 per cento mentre L’Edibta ha avuto un balzo addirittura del 65 per cento. Un trend confermato anche per il 2021 che ha visto una crescita dei volumi di affari superiore al trenta per cento se rapportata al primo quadrimestre dello scorso anno. Numeri che se confermati nel corso di tutto il 2021 faranno fare un balzo in avanti alla società come mai accaduto dal 1995, anno della sua nascita. Anche il personale è aumentano: nei primi sei mesi del 2021, l’organico è aumentato del 25 per cento toccando gli attuali sedici dipendenti. Negli ultimi dodici mesi SEISNET SRL ha dato anche vita a due nuove società attive nel settore della DigitalPA e nei servizi di noleggio in cloud.

LA STORIA
SEISNET SRL è una società che nel 2012 è risorta dalle ceneri della grande crisi del 2008 grazie a tre dipendenti che trovandosi ceduti a un’altra realtà hanno lanciato il cuore oltre l’ostacolo, riuscendo nella scommessa di rilanciarla sul Mercato. Nei primi dieci mesi di attività il debito pregresso è stato risanato ed è iniziata una crescita costante fino agli attuali numeri. “Essere rinati da una crisi ci ha permesso di affrontare l’emergenza Covid preparati, con una gestione parsimoniosa, solida e al tempo stesso lungimirante - spiega Marco Sartori, uno dei tre soci fondatori di SEISNET - Il resto lo hanno fatto i nostri clienti, anche i più piccoli, che ci hanno premiato scegliendo le nostre soluzioni e i nostri prodotti. Nessuno di loro è stato colto impreparato quando è esploso lo smart working o quando il lockdown ha trasformato le loro case in ufficio”.

LA SOLIDARIETÀ
“Ben consapevoli che il nostro settore è stato tra quelli graziati dalla pandemia abbiamo deciso di restituire al territorio una parte della fortuna che ci ha visti lavorare e crescere nel 2020 – continua Sartori - Abbiamo intercettato una richiesta nazionale e offerto il nostro contributo realizzando per la Federazione italiana Adoces una piattaforma web collegata al Registro italiano donatori Ibmdr (https://www.adocesfed.it) che custodisce  i dati dei volontari e delle donazioni del sangue cordonale presenti nelle banche dati pubbliche”.

IL PROGETTO
Adoces è la prima associazione in Italia a dotarsi di una piattaforma del genere. Cliccando sul sito, oltre a preiscriversi al Registro, è possibile aderire a due nuovi progetti che hanno l'obiettivo di promuovere la donazione come un 'valore di famiglia', coinvolgendo nella scelta solidale genitori e figli. Il programma “Bimbo dona, papà dona” si rivolge ai padri che, insieme alla mamma, hanno deciso di donare il sangue cordonale del figlio. Il secondo progetto targato Adoces è  “Nati per donare, cresciamo donando” e invita i ragazzi maggiorenni le cui staminali cordonali sono state stoccate dai genitori in una banca pubblica a dare continuità alla scelta solidale compiuta da mamma e papà, iscrivendosi a propria volta al Registro Ibmdr. “La nuova piattaforma è fondamentale per incrementare le nuove donazioni – spiega Alice Vendramin, responsabile trevigiana e segretaria nazionale di Adoces – E per far conoscere tutti i nostri progetti. Quando uno si iscrive verrà poi contattato e convocato per un colloquio prima di diventare donatore a tutti gli effetti”.

“Il lavoro svolto da SEISNET è fondamentale anche per dare un impulso alle donazioni, crollate nel 2020 a causa del Covid. Un dato su tutti quello della provincia di Treviso dove nel corso del 2020 le mamme donatrici sono state cinquecento contro le mille dell’anno precedente”, conclude Alice Vendramin.  

Non è la prima volta da quando è scoppiata l’emergenza sanitaria dovuta al Covid che SEISNET SRL si impegna in progetto di solidarietà a favore del territorio. Nel marzo del 2020, subito dopo il primo lockdown SEISNET SRL ha risposto all’appello lanciato da Assindustria Venetocentro a favore di una campagna di raccolta fondi per l’acquisto di apparecchi medici, respiratori e altri dispositivi sanitari per rafforzare le strutture di terapia intensiva delle Ulss di Padova e Treviso. La raccolta fondi straordinaria, ha superato in due giorni ore gli 800 mila Euro grazie alla pronta adesione di 577 imprese associate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatturato e solidarietà, il 2020 di Seisnet è da record

TrevisoToday è in caricamento