Bonus 110, Bernardi (Confartigianato): «Pronti gli accordi con le banche, operazioni al via»

Il Presidente della Confartigianato Imprese di Castelfranco: «L’applicazione della norma è molto articolata e presenta diverse complessità, ma rappresenta anche un'opportunità unica»

Oscar Bernardi

Confartigianato Imprese di Castelfranco Veneto scende in campo per aiutare privati e imprese nella fruizione del nuovo Ecobonus 110%, la novità del Decreto Rilancio di questo 2020. Le alternative per la gestione della detrazione di imposta a favore di chi vorrà eseguire interventi di ristrutturazione sono principalmente tre: detrarre l'investimento in 5 rate annue usando la capienza del proprio cassetto fiscale, ricevere uno sconto in fattura dal proprio fornitore oppure trasformare la detrazione in credito d'imposta da cedere successivamente ad altri soggetti. Confartigianato è pronta ad attivarsi per permettere ai committenti e alle imprese specializzate di eseguire gli interventi risparmiando fino all'intero investimento e di cedere il credito di imposta generato. Come? Mettendo a disposizione dei diversi attori coinvolti – committenti, professionisti, artigiani, cessionari (banche) – il proprio sistema fatto di organizzazione e di rapporti consolidati.

Il Presidente della Confartigianato Imprese di Castelfranco, Oscar Bernardi: «L’applicazione della norma è molto articolata e presenta diverse complessità, ma rappresenta anche un'opportunità unica alla quale risulta impossibile restare indifferenti. Le professionalità e le competenze che devono entrare in relazione sono veramente numerose e questo può creare rallentamenti che possono inficiare la buona riuscita e il raggiungimento degli obiettivi. Abbiamo deciso di mettere a disposizione la nostra consolidata competenza in tema fiscale, oltre alle nostre relazioni con le imprese, con i professionisti e con le banche, soggetti questi ultimi che rivestono un ruolo determinante per la monetizzazione del credito d'imposta. Il nostro valore aggiunto sarà seguire tutto il percorso, dall'inizio alla fine, stando vicino al committente e alle stesse imprese artigiane nostre associate e alle altre professionalità interessate. Con la gestione del delicato tema della monetizzazione del credito di imposta, completeremo il nostro apporto affinché gli aventi diritto possano beneficiare realmente di questo incentivo che permette di risparmiare fino all'intero investimento».

«Abbiamo già in essere accordi con le banche – continua Bernardi - che ci permetteranno di rendere gli obiettivi ancora più concreti. La missione di Confartigianato è sempre stata questa: in prima linea seguendo i principi di etica, rispetto e professionalità per supportare le imprese e, in questo caso, di conseguenza, anche i privati cittadini il cui fine è di risparmiare e di migliorare il confort e la sicurezza delle proprie abitazioni. Fondamentale sarà l'organizzazione ed il monitoraggio costante tra i vari attori per garantire il funzionamento di tutto questo processo e la sua buona riuscita». Il supporto a cittadini ed imprese continua anche grazie al tour “Ecobonus 110% - Roadmap per l'utilizzo degli incentivi” che Confartigianato ha previsto per le prossime settimane. Il primo appuntamento, dopo aver aperto tavoli di informazione e formazione con le imprese, è previsto per mercoledì 23 settembre alle ore 20 con cittadini, imprese e professionisti di Castello di Godego nella Sala Abbaziale della parrocchia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

  • Il sorriso di Claudia si spegne a soli 56 anni: fatali una malattia e il Covid

Torna su
TrevisoToday è in caricamento