Bottega: le scelte di Trump penalizzano lo spritz

La politica dei dazi commerciali è anacronistica e comporta conseguenze negative anche per chi la impone

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Sandro Bottega, che con la sua azienda vinicola esporta in 145 paesi, tra cui gli Stati Uniti, afferma che la scelta di Dinald Trump di colpire i prootti europei d'eccellenza penalizza in primis i consumatori americani che saranno costretti a pagare di più per la qualità superiore made in Europe, di cui non possono fare a meno sempre che non vogliano optare per dolorose rinunce. Nel comparto enologico e in quello degli spritz l'Italia è stata parzialmente graziata. I vini, i distillati, la grappa made in Italy non sono inseriti nell'elenco. Verranno invece assoggettati al dazio del 25% tutti i liquori oltre alle produzione gastronomiche di eccellenza, come il Parmigiano Reggiano. Ne consegue che negli Stati Uniti verrà a costare di più lo spritz, diventato un cocktail d'eccellenza. Lo sguardo di Sandro Bottega non è tamto su una riduzione del Limoncino e dei liquori a base di frutta visto che il consumatore americano li vorrà egualmente ma sull'espansione dei suoi Prosecco bar, le osterie veneziane rivisitate e modernizzate che stanno conseguendo grandi simpatie in tutto il mondo. " La scelta di Trump ci spinge a rivedere il progetto dei nostri Prosecco Bar, locali nei quali serviamo oltre al Prosecco e ai vini, anche lo spritz e alcune eccellenze della cucina italiana. Stavamo valutando di sbarcare con il progetto negli Stati Uniti e, invece, questi nuovi sviluppi ci spingono sempre più verso il Canada dove sono in fase avanzata le trattative per aprire un Bottega Prosecco Bar all'aeroporto di Toronto, Naturalmente per affinità e per cultura gli Usa continueranno ad essere per noi un mercato di primaria importanza. Mi auguro, comunque, che la stagione dei dazi abbia una durata brevee che le due sponde dell'Atlantico ritrovino una piena sintomia commerciale".

Torna su
TrevisoToday è in caricamento