rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Economia Casier

Da Came un software per la gestione dei dissuasori a scomparsa in città

Dario Bardi, GM di Came Urbaco: “L’azienda ha investito in ricerca e sviluppo per rafforzare l’offerta e proporre soluzioni sempre più performanti per il settore del controllo degli accessi veicolari"

Un software innovativo per la gestione centralizzata dei dissuasori a scomparsa in città. Questo l'ultimo ritrovato tecnologico di Came Urbaco, brand del Gruppo Came noto a livello internazionale per i sistemi integrati di controllo accessi, sicurezza perimetrale e gestione automatizzata dei flussi di traffico. Il sistema SYGMA 4 è già stato messo in funzione con successo nelle città di Megève (Francia) e Ginevra (Svizzera). “In questo contesto economico mondiale – ha dichiarato Dario Bardi, General Manager di Came Urbaco – l’azienda ha investito in ricerca e sviluppo al fine di rafforzare l’offerta e proporre soluzioni sempre più performanti per il settore del controllo degli accessi veicolari. SYGMA 4 si inquadra in una logica di centralizzazione globale di tutti i componenti installati nelle aree di competenza, dai dissuasori alle barriere stradali, come spesso avviene nelle zone ZTL”.

Questo software di nuova generazione permette infatti di gestire i diversi diritti di accesso, gli interventi da remoto e la configurazione dei dissuasori presenti nell’impianto e può essere ospitato su un server web protetto (locale o host web) ed essere così accessibile direttamente tramite browser da qualsiasi PC, tablet e/o smartphone, oltre ad essere in grado di comunicare con controller di terze parti per la gestione a distanza e lo scambio di dati sugli accessi.

Un’altra novità in casa Came Urbaco è poi rappresentata dal dissuasore G6N. Oltre alla facilità di installazione e manutenzione, alla sua stabilità e solidità, si distingue anche per l’estetica contemporanea e la segnaletica luminosa ad alta visibilità. Adatto al controllo del traffico e alla protezione perimetrale delle zone pedonali, è in grado di arrestare veicoli da 1,5 a 2,5 tonnellate che procedono ad una velocità di 48 km/ora. Infine, con il nuovo CITY 2N Came Urbaco ha ampliato la gamma dei totem di gestione e controllo dei varchi veicolari: semplice ed ergonomico, offre la possibilità di personalizzare il pannello frontale ed è estremamente facile da configurare per la gestione di più dissuasori contemporaneamente. Può inoltre essere equipaggiato con lettori di badge, tastierini numerici, luci di segnalazione frontali e laterali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Came un software per la gestione dei dissuasori a scomparsa in città

TrevisoToday è in caricamento