rotate-mobile
Economia

Caro prezzi e materie prime, Ance Treviso: «A rischio i cantieri del Pnrr»

L'appello della presidente Paola Carron: «Situazione che rischia di andare fuori controllo, prezzi alle stelle e materiali introvabili nel settore delle costruzioni. Servono misure opportune»

«Facciamo nostro l’allarme di Ance nazionale: anche in provincia di Treviso scarseggiano materiali e gli impianti di produzione stanno chiudendo. Occorrono subito misure per calmierare i prezzi e compensare i maggiori costi sostenuti dalle imprese, altrimenti i cantieri del Pnrr anche per carenza di materie di prime si fermeranno tutti».

Paola Carron, presidente sezione autonoma Ance di Assindustria Venetocentro, lancia un'allarme alle istituzioni alla luce del peggioramento delle condizioni del mercato delle costruzioni delle ultime settimane. «Si tratta di una situazione che rischia di andare fuori controllo, con prezzi alle stelle e materiali introvabili. Negli ultimi giorni, infatti, i prezzi dei materiali dei costruzioni che già erano pressoché raddoppiati nell’ultimo anno sono ulteriormente schizzati. In particolare risultano ormai praticamente irreperibili se non a costi insostenibili bitume, acciaio e alluminio e tanti altri ancora. A peggiorare ulteriormente le cose il rialzo di gas e carburante che mette in ulteriore difficoltà il trasporto dei mezzi e la gestione delle consegne - continua Carron - Se non si interviene le imprese saranno costrette a fermarsi e chiudere i  cantieri. E’ chiaro che in assenza di contromisure come l’adeguamento automatico dei prezzi ai valori correnti per tutte le stazioni appaltanti e misure efficaci di compensazione degli aumenti subiti nessuna impresa sarà in grado di realizzare le opere che gli sono state commissionate, a partire da quelle finanziate con il Pnrr. Siamo consapevoli che questa emergenza si somma a una grave crisi geopolitica e umanitaria che tutto il Paese, a livello nazionale e locale, sta affrontando. Anche le imprese delle costruzioni daranno il loro massimo contributo al grande sforzo di solidarietà promosso da Assindustria Venetocentro con l’auspicio che il conflitto possa presto terminare. Occorre saper agire con le misure opportune, dando prova di coesione e capacità di visione in questa fase per tutti difficile» conclude la presidente Carron.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro prezzi e materie prime, Ance Treviso: «A rischio i cantieri del Pnrr»

TrevisoToday è in caricamento