menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prosecco Carpenè Malvolti premiato in Cina, Zaia: «Un vanto per la nostra terra»

L'azienda trevigiana che l'anno scorso ha festeggiato i 150 anni dalla sua fondazione, ha ricevuto un altro prestigioso riconoscimento dal mercato asiatico per il suo inconfondibile vino

«Un’azienda che con i suoi 150 anni di vita, festeggiati lo scorso maggio, ha fatto la storia del Prosecco e del Veneto, ci ha regalato un’altra perla con le sue nuove affermazioni in capo sia nazionale che internazionale».

Con queste parole il presidente del Veneto Luca Zaia si è congratulato con la Carpenè Malvolti che ha visto il suo “1868 Cartizze” riconosciuto come il miglior Prosecco dell’anno nell’Annuario dei Migliori Vini d’Italia di Luca Maroni e che con lo stesso spumante, insieme al “1868 Extra Dry” e al “1924 Prosecco”, ha mietuto premi di grande prestigio al China Wine e Spirits Award 2019. «Con questi nuovi traguardi -  prosegue Zaia - la Carpenè Malvolti porta per l’ennesima volta la nostra tradizione vitivinicola sul podio internazionale con tutta la visibilità che ne consegue per il settore e tutto il Veneto. Un’affermazione che evidenzia  come l’imprenditoria vitivinicola del Veneto da un lato si sia imposta sull'importante mercato riservato ai winelovers asiatici, dall'altro  come sia  sempre più apprezzata per la qualità della produzione e, di conseguenza, competitiva a livello mondiale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento