menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legge di bilancio, la Cna: «Bene la pace fiscale ma no al condono»

Sulla fatturazione elettronica la Cna di Treviso chiede la riduzione di sanzioni per tutto il 2019. Molto importante inoltre che il condono non venga messo in pratica

Il decreto legge 119/2018, collegato alla Legge di Bilancio 2019, introduce importanti misure sotto il profilo fiscale, relativamente alla cosiddetta pace fiscale e all'entrata in vigore della fatturazione elettronica.

«Per quanto riguarda la pace fiscale – afferma Alfonso Lorenzetto, presidente di Cna territoriale di Treviso - riteniamo che la definizione agevolata dei ruoli, con lo sgravio di sole sanzioni e interessi, venga incontro alle esigenze delle imprese. Tuttavia, nel testo mancano, ancora una volta, disposizioni che evitino in futuro la riproposizione di condizioni simili a imprese cadute in difficoltà temporanea ad adempiere. Lascia, invece, di stucco la previsione di un vero e proprio condono fiscale». Per la Cna il condono non s’ha proprio da fare: «Prima di parlare di condono fiscale, uno Stato serio deve fare una riforma fiscale complessiva, che deve essere mirata alla riduzione del peso fiscale, in particolare sulle piccole imprese». Sulla fatturazione elettronica, che sarà obbligatoria per tutti dal 1 gennaio 2019, la Cna chiede che si metta in campo un percorso per non penalizzare le imprese. «La fatturazione elettronica rappresenta il futuro – conclude Lorenzetto -. Ma per giungere a questo obiettivo chiediamo un percorso che non penalizzi le imprese, e in particolare le micro e le piccole. Si eviti l’applicazione di sanzioni per l’avvio anticipato della fatturazione elettronica nel secondo semestre 2018 e si riduca in modo consistente le sanzioni per tutto l’anno 2019. Per lo stesso obiettivo serve, inoltre, allungare i tempi di trasmissione della fattura, dagli attuali dieci a non meno di trenta giorni, e concentrando la trasmissione delle fatture elettroniche emesse attraverso intermediari in due date riferite alle fatture emesse tra 1° e il 15 e tra il 16 e la fine del mese». Cna Treviso è impegnata a far conoscere alle imprese e ai professionisti trevigiani le novità introdotte dalla normativa sulla fatturazione elettronica attraverso incontri gratuiti. Il primo, il 25 ottobre scorso, ha fatto il pienone, per cui l’Associazione ne ha organizzati altri due l’8 e il 15 novembre, sempre alle 20.30 in Cna a Treviso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento