Economia

Cofidi crede nelle startup venete: oltre 20 milioni di finanziamenti

Nel 2014 investimenti per oltre 20 milioni da parte di Cofidi verso aziende con meno di tre anni di vita giovani e femminili

Sandro Ravenna, presidente di Cofidi

VENEZIA Giovani e donne. Il binomio perfetto alla base degli investimenti di Cofidi che decide di credere nelle imprese venete e di rilanciarle, posando l’attenzione in particolare su quelle giovani e quelle femminili. I dati del 2014 parlano chiaro: nell’arco dei dodici mesi Cofidi ha aperto 371 pratiche di nuove startup (aziende con meno di tre anni di vita), finanziandole per 20.800.000 euro.

Nel 2014 Cofidi ha dedicato oltre l’11 per cento dei finanziamenti totali alle startup (sia giovanili che femminili). Un segno che il tessuto delle pmi venete è ancora vivo e determinato a creare nuove opportunità di sviluppo, assistito nelle fasi di avvio da un Istituto affidabile e garantito. “Da tempo Cofidi si sta muovendo in questa direzione – spiega il presidente, Sandro Ravenna –, supportando le nuove aziende, composte per la gran parte da giovani intraprendenti. Crediamo che la ripresa economica nella nostra Regione possa e debba cominciare da qui”.

Nello specifico, nel 2014 Cofidi ha aperto 371 pratiche di startup, così ripartite: 76 giovanili (under 35), 122 femminili (2/3 dei soci è donna), 32 sia femminili e sia giovanili, 141 solo startup. “Nel 2015 – conclude il presidente di Cofidi Sandro Ravenna – intensificheremo il nostro lavoro su questa particolare direzione, dedicando grande attenzione alle startup venete”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cofidi crede nelle startup venete: oltre 20 milioni di finanziamenti

TrevisoToday è in caricamento