Confartigianato Treviso: eccellenza artigiana in mostra in Oman

Una decina di aziende artigiane, coordinate dal Mandamento Confartigianato di Treviso, partecipano alla fiera internazionale IDF Expo di Muscat, sezione Medinit, nel Sultanato dell'Oman, dal 03 al 05 febbraio 2014

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il meglio dell'artigianato trevigiano sarà in mostra a Muscat, capitale del Sultanato dell'Oman, dal 3 al 5 febbraio prossimi, all'IDF Expo, fiera internazionale dedicata al settore casa, finiture d'interni ed arredo. Al Medinit, l'area riservata alle aziende italiane, ben una decina saranno imprese trevigiane (su un totale di 50 aziende); la loro presenza è coordinata da Confartigianato Mandamento di Treviso. I mercati arabi, infatti, mostrano di apprezzare la qualità e l'esclusività dei prodotti italiani, specie quando si tratta di prodotti artigianali di posizionamento elevato. Fanno parte della delegazione trevigiana aziende dell'arredo casa, di lavorazione del ferro battuto, dell'illuminazione, di realizzazione di mosaici artistici e rivestimenti, stucchi e gessi, pavimenti in resina.

"Come associazione di categoria già da anni sosteniamo l'importanza di innovare e di aprirsi ai mercati esteri, anche per imprese di piccole dimensioni come le nostre" - commenta Carlo Pagotto, presidente del Mandamento Confartigianato di Treviso. "Per questo ci stiamo impegnando in un progetto di internazionalizzazione delle aziende artigiane. Da una ricognizione fatta nei mercati mediorientali, abbiamo verificato che al momento l'Oman rappresenta una delle aree più interessanti, stabili e sicure del Golfo Persico, da cui sono facilmente raggiungibili gli Emirati Arabi Uniti, l'Arabia Saudita, il Kuwait, Iran, Iraq e Qatar".

In particolare, il Governo omanita sta perseguendo una politica di forte sviluppo, che nei prossimi 5 anni porterà ad un investimento di 45 miliardi di dollari in progetti infrastrutturali, specie nel settore delle costruzioni residenziali e turistiche.

"Riteniamo che le nostre aziende artigiane, - continua Pagotto - adeguatamente sostenute ed organizzate, abbiano tutte le carte in regole per esprimere il meglio di sé nei settori maggiormente trainanti dei Paesi arabi (dall'edilizia, all'architettura, dall'arredamento al design); per questo siamo pronti a valorizzare la qualità e le capacità imprenditoriali tipiche del nostro territorio, con forme aggregative ed organizzative adeguate".

Torna su
TrevisoToday è in caricamento