menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Mirco Villanova

Il sindaco Mirco Villanova

Contributi alle scuole dell'infanzia: il Comune di Sernaglia stanzia 30 mila euro

Inoltre, di concerto con la parrocchia, per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021 sarà praticato uno sconto sulla retta pari a 40 euro mensili per ogni bambino

Resta forte anche nelle ultime settimane dell'anno l'attenzione dell'Amministrazione comunale di Sernaglia della Battaglia verso il mondo della scuola e le famiglie degli alunni. Un'attenzione che dall'inizio dell'emergenza Covid si sta concretizzando in oltre 80 mila euro messi a disposizione. Sia l'istituzione scolastica sia genitori, ragazzi e bambini sono difatti chiamati ormai da mesi a rispettare le nuove regole anti Covid, che in alcuni casi stanno comportando anche maggiori oneri. Da qui la decisione del Comune di stanziare a favore delle due scuole dell'infanzia sernagliesi un contributo straordinario di 30 mila euro, che si somma a una precedente erogazione di 10 mila euro, a copertura delle maggiori spese sostenute durante l'emergenza.

E non è tutto: in una lettera in corso di invio alle famiglie dei bimbi iscritti agli asili parrocchiali, il sindaco Mirco Villanova e il parroco don Mirko Dalla Torre spiegano che “le scuole dell'infanzia di Sernaglia e Falzè di Piave hanno fatto rilevanti sforzi per garantire, anche nel periodo dell'emergenza, la didattica in presenza a tutti i bambini. Nei difficili mesi che stiamo vivendo, molte famiglie hanno sempre più difficoltà a pagare le rette, e le parrocchie, non avendo entrate alternative, non hanno la possibilità di concedere sconti significativi senza mettere in pericolo la qualità del servizio. Per questo motivo, l’Amministrazione comunale, riconoscendo fondamentale il ruolo didattico, educativo e sociale delle scuole dell’infanzia, ha voluto, di concerto con la parrocchia, praticare per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021 uno sconto sulla retta pari a 40 euro mensili per ogni bambino, per un totale di 120 euro di minore spesa per la famiglia. I 40 euro di sconto verranno in parte recuperati dagli asili grazie al sostegno dell'Amministrazione, che verserà per ogni bambino un contributo di 30 euro mensili. Le parrocchie, da parte loro, hanno deciso di contribuire con una quota di 10 euro mensili. Il risparmio complessivo di 120 euro per bambino potrà essere un sollievo per i bilanci familiari. Oltre a ciò, è importante che il risparmio sia stato ottenuto nella convinzione che parrocchie e Comune sono elementi di un’unica realtà che insieme hanno lavorato per arrivare a questo risultato”, per il quale l'Amministrazione comunale ha stanziato circa 13 mila euro.


Il Comune è sempre vicino anche alle scuole primarie e secondaria di primo grado di Sernaglia e Falzè di Piave. Per questi plessi statali, anche grazie all'assegnazione di un contributo ministeriale Pon, l'Amministrazione ha potuto riservare quasi 30 mila euro. “A queste scuole – spiega il sindaco Villanova – stiamo fornendo, anche grazie all'impegno dell'assessore all'istruzione Vanni Frezza, due nebulizzatori per la sanificazione delle palestre, schermi in plexiglass per l’aula di informatica di Falzè e tre “big pad” (lavagne digitali). Oltre ai lavori svolti nel mese di agosto, consistenti in un riadattamento strutturale di alcune aule per classi numerose per garantire la ripresa della didattica in presenza secondo le linee guida emanate, stiamo iniziando i lavori per dotare di connessione wi-fi i plessi scolastici di Sernaglia e Falzè e prevedendo la concessione di un contributo straordinario per iniziative e progetti inseriti nel piano dell'offerta formativa per l'anno 2020/21. Tutto questo servirà a garantire alle scuole l’avvio delle attività secondo i protocolli sanitari, nel pieno spirito di collaborazione tra amministrazione e scuola, riconoscendo l’importante ruolo educativo e sociale di quest'ultima”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento