Coronavirus: le Bcc venete del Gruppo Cassa Centrale donano 150 mila euro alla sanità

Nel frattempo anche l'azienda trevigiana Nonno Nanni ha voluto contribuire a favore degli ospedali con una donazione di 150 mila euro per l’acquisto di respiratori e attrezzature mediche

È il momento della solidarietà: le sette Bcc del Veneto del Gruppo Cassa Centrale – Banca Prealpi SanBiagio, CortinaBanca, RovigoBanca, Centroveneto Bassano Banca, Cassa Rurale e Artigiana di Vestenanova, Banca Alto Vicentino e Bancadria Colli Euganei – hanno deciso di scendere in campo a sostegno del Sistema Socio-Sanitario Regionale del Veneto con una donazione complessiva di 150mila euro per far fronte all’emergenza Coronavirus. Un’azione concreta e immediata che vuole essere un messaggio corale di vicinanza e di partecipazione soprattutto là dove si sta combattendo, giorno dopo giorno, un’autentica guerra di trincea contro il Covid-19. La donazione sarà quindi gestita direttamente dal servizio sanitario del Veneto per sopperire alle necessità di questa fase complessa, come per esempio l’acquisto di dispositivi di sicurezza per medici, infermieri e operatori sanitari, la dotazione di macchinari per la terapia intensiva o l’implementazione di ulteriori misure previste.

«In una fase di emergenza collettiva come quella che stiamo vivendo, è necessario che tutti si assumano le proprie responsabilità sociali – dichiarano congiuntamente i Presidenti delle sette Bcc venete del Gruppo Cassa Centrale – I nostri Istituti di credito, punto di riferimento e di sostegno per le comunità, vogliono svolgere fino in fondo il proprio ruolo comunitario, venendo a sostegno del sistema sanitario regionale del Veneto che sta affrontando in queste ore, con la massima efficienza ma anche con uno sforzo eccezionale, la lotta al coronavirus. Mai come in questi giorni gli ospedali sono diventati la prima linea di una guerra che potremo vincere insieme solo se ciascuno sarà pronto a fare la propria parte: come Banche autenticamente locali, che trovano la propria ragion d’essere nello spirito di cooperazione sociale, abbiamo sentito pertanto il dovere di fornire subito un aiuto concreto. Ai medici, agli infermieri, agli operatori sanitari del nostro territorio, che stanno lavorando duramente e senza sosta per garantire la salute di tutti, vogliamo dire: “Siamo con voi”».

I Presidenti invitano, inoltre, i propri soci e clienti a unire le forze e a partecipare alla raccolta fondi per sostenere le strutture sanitarie regionali, effettuandouna donazione all’IBAN: IT71V0200802017000105889030, causale: “Sostegno emergenza Coronavirus”, intestato a: Regione del Veneto. I versamenti così effettuati tramite bonifico bancario avranno l’azzeramento delle spese di commissione. Le sette Bcc venete di Cassa Centrale aderiscono, inoltre, alla campagna per la raccolta fondi a favore delle “Terapie intensive contro il virus. Le BCC e le CR ci sono”, aperta dalle Capogruppo del Credito Cooperativo: tutti i soci, i cooperatori e i clienti delle Bcc del territorio sono invitati a fare la propria parte in questa fase emergenziale e a effettuare una donazione presso il conto della capogruppo Cassa Centrale Banca, Conto corrente IBAN IT58R0359901800000000145452.

NONNO NANNI

Nonno Nanni si è da sempre distinto per il suo impegno nelle cause sociali e per il suo sostegno ad associazioni ed iniziative a favore della solidarietà. Oggi più che mai, questa vocazione dell’azienda di Giavera del Montello diventa una missione impellente di fronte alla grande emergenza sanitaria che travolge l’Italia. La famiglia Lazzarin, alla guida dell’azienda veneta, ha deciso di donare 150.000 euro alla sua regione per l’acquisto di respiratori e di ulteriori attrezzature mediche che permetteranno di potenziare i reparti di terapia intensiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Veneto, così come la Lombardia e il Nord Italia, è una delle zone più colpite dal virus Covid-19 che sta mettendo in ginocchio il sistema sanitario italiano; da qui la volontà di Nonno Nanni di essere parte attiva di questa drammatica situazione, contribuendo, con una donazione, a supportare gli ospedali della regione. In questa corsa alla solidarietà che vede coinvolte tante realtà imprenditoriali italiane, anche Nonno Nanni si è unito per far sentire la sua vicinanza a chi più ne ha bisogno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento