Coronavirus, la famiglia Zoppas dona 15 unità complete di terapia intensiva

Gli imprenditori Gianfranco ed Enrico Zoppas, attraverso le società Acqua Minerale San Benedetto, Irca e Sipa, hanno voluto andare incontro alle necessità della Regione Veneto

Gianfranco Zoppas

In un momento difficile come quello che sta affrontando in queste ore il Veneto, a causa della pandemia da Coronavirus, la famiglia Zoppas, attraverso le società Acqua Minerale San Benedetto, Irca e Sipa, ha voluto donare 1 milione di euro alla Regione per l'acquisto di ben 15 postazioni di terapia intensiva e non solo. «Di fronte all'emergenza che sta attraversando l'Italia intera - dichiarano in una nota i presidenti delle società, Gianfranco ed Enrico Zoppas - sentiamo il bisogno di contribuire al sostegno della sanità veneta. Con questo gesto tangibile, a nome di tutti i collaboratori delle aziende di famiglia vogliamo esprimere il nostro profondo ringraziamento a tutti i medici e infermieri che, giorno e notte, danno un contributo concreto nella lotta contro il Covid-19 garantendo l'assistenza delle tante persone bisognose di cure».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento