menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La tabella dei dati di disoccupazione in Italia

La tabella dei dati di disoccupazione in Italia

Torna a salire l'occupazione in Veneto: dati statistici incoraggianti

Scende di concerto la disoccupazione, anche se i dati giovanili sono ancora negativi. "Nonostante la crisi, il veneto migliora" dichiara Zorzato

TREVISO - Dopo due anni di calo, nel 2014 l’occupazione torna a salire in Veneto: in confronto all’anno precedente l’aumento è dell’1,1%, pari a circa 22mila unità, mentre la disoccupazione diminuisce dello 0,5%. Conseguentemente cresce il tasso di occupazione, in particolare quello femminile, e diminuisce, seppur di poco, quello di disoccupazione, dato quest’ultimo in controtendenza con quello nazionale.

Lo segnala il vicepresidente della Regione Marino Zorzato rendendo note le ultime elaborazioni della sezione Sistema Statistico sui dati relativi all’occupazione. “Nonostante gli effetti della crisi si facciano tuttora sentire – commenta Zorzato - ancora una volta il Veneto si conferma tra le regioni leader in Italia e nel 2014 registra il sesto tasso di occupazione 15-64 anni più elevato, 63,7%, (63,1% il dato del 2013) contro il 55,7% dell’Italia, e il secondo tasso di disoccupazione più basso, 7,5% (7,6% nel 2013) contro il 12,7% livello medio italiano”. 


I giovani sono sicuramente la fascia di età maggiormente colpita dalla crisi: nel 2014 il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) in Italia continua ad aumentare arrivando a 42,7%, oltre due punti percentuali e mezzo in più dell’anno precedente e il doppio del 2008. Particolarmente grave è la situazione del Mezzogiorno, in cui il tasso di disoccupazione giovanile supera in molte regioni la metà della popolazione di quest’età. La situazione dei giovani veneti è invece tra le più favorevoli in Italia: infatti, seppur in aumento di quasi due punti percentuali rispetto al 2013, con un tasso di disoccupazione giovanile del 27,6%, il Veneto si classifica, comunque, la terza regione italiana per i livelli di disoccupazione più bassi; primo il Trentino Alto Adige con il 18,4% e secondo il Friuli Venezia Giulia con il 27,1%. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento