La Distilleria Castagner è nuovamente la più premiata all'edizione 2020 del Bibenda

L'azienda trevigian è stata insignita dei 5 grappoli d’oro per tutte le 5 grappe presentate

Un nuovo prestigioso riconoscimento per la Distilleria Castagner, a testimoniare il costante impegno verso qualità ed innovazione. Sabato 29 novembre a Roma, presso l’Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria, durante la cerimonia di presentazione della Guida Bibenda 2020, la distilleria è stata insignita dei 5 grappoli d’oro per tutte le 5 grappe presentate: Grappa Fuoriclasse Leon Amarone della Valpolicella Riserva, Grappa Fuoriclasse Leon 3 Anni Riserva, Grappa Fuoriclasse Leon 7 Anni Riserva, Grappa Fuoriclasse Leon 14 Anni Riserva e Grappa Fuoriclasse Leon 20 Anni Riserva.

La Roberto Castagner Acquaviti è stata nuovamente l’unica distilleria a ricevere una così alta votazione per tutti i prodotti presentati nella ventiduesima edizione della Guida. Da quando la categoria “grappa” è entrata a far parte della Guida Bibenda, i distillati Castagner hanno sempre fatto en plein di 5 grappoli d’oro confermando l’altissima qualità dei suoi prodotti. Inoltre il mastro distillatore Roberto Castagner, che firma anche le grappe delle case vinicole Bortolomiol e Cantine Due Palme, ha condotto entrambe le aziende alla vittoria dell’ambito award per i loro distillati. Un risultato straordinario che conferma lo stile e la visione del mastro distillatore e stimola a proporre sempre prodotti internazionali e all’avanguardia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roberto Castagner dichiara: «La grappa italiana ha finalmente raggiunto livelli qualitativi paragonabili ai più famosi distillati internazionali quali cognac, armagnac, rum e whisky; non è quindi un caso che la nostra azienda nel 2019 abbia aumentato l’export di oltre il 20% e le previsioni per il 2020 sono di ulteriore crescita del 30%. Finalmente la grappa è diventata una vera élite del made in Italy, un italian spirit che si affianca con onore al food e al vino italiano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Sequestrata dai Nas la casa di riposo “Home Claudia Augusta”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento