Economia

Da Regione due milioni di euro per manutenzione degli edifici di culto

La Regione ha stanziato oltre due milioni di euro per il restauro e la manutenzione dei luoghi di culto veneti. Numerosi gli interventi nella provincia di Treviso

Due milioni e centotrentatremila euro, questo il budget reso disponibile dalla Regione per il restauro dei luoghi di culto veneti.

Il 7 dicembre la Giunta regionale ha deliberato, su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici, Massimo Giorgetti, il riparto per l’anno 2011 dei finanziamenti per la manutenzione straordinaria, il restauro, il risanamento conservativo e la ristrutturazione di edifici per il culto e per attività connesse alla pratica del culto. Gli stanziamenti serviranno per il consolidamento degli immobili, come coperture, campanili, pavimentazioni interne ed esterne, ma anche per il miglioramento di strutture come oratori, sale parrocchiali o spazi per l’attività dell’associazionismo.

"In base alle modalità per l’assegnazione dei contributi regionali fissati con precedenti provvedimenti – spiega l’assessore Giorgetti – delle duecentosettantacinque domande pervenute, centotrentasei sono risultate in possesso dei requisiti per essere finanziate. Di queste, in considerazione del budget disponibile di poco superiore ai due milioni centotrentatremila mila euro, quarantasei sono state ammesse al contributo".

"Pensiamo sia utile e addirittura obbligatorio – continua Giorgetti – salvaguardare edifici che uniscono devozione, senso di appartenenza, funzioni civili e sociali. Riteniamo infatti sia nostro preciso dovere preservare un patrimonio che non è solamente del Veneto, ma dell’intero Paese. Con questi finanziamenti, in ogni caso, contribuiamo a migliorare gli spazi operativi di chi garantisce non solo un’importante funzione in campo spirituale e religioso, ma anche sociale e formativa". "Inoltre – conclude l'assessore – molti di questi edifici, oltre al valore artistico e culturale, rappresentano per le comunità venete anche una grande ricchezza di storia, tradizioni e identità".

Per quanto riguarda la Marca, cinquantunomila euro saranno destinati a interventi di restauro alla chiesa parrocchiale di Pederobba. Nella chiesa di Santa Giustina a San Fior saranno ripulite le pareti esterne e sistemati gli intonaci e le decorazioni, con un contributo regionale di 46.600 euro. A Feletto verranno restaurati i parametri esterni della chiesa di S. Pietro, con una spesa di cinquantunomila euro, lo stesso finanziamento destinato alla canonica di Salgareda.

Interventi per cinquantunomila euro anche per la chiesa della Parrocchia dei SS. Filippo e Giacomo Apostoli di Spresiano, e per la "Canonichetta" della parrocchia di S. Pietro Apostolo nella Cattedrale, a Treviso. Nel capoluogo verrà restaurato anche l'oratorio di Santa Filomena della parrocchia Immacolata Santa Bona, con un contributo regionale di cinquantunomila euro.

Per 38.014 euro sarà sostituito l'impianto di riscaldamento della chiesa parrocchiale del Sacro Cuore di Treviso, mentre costeranno cinquantunomila euro gli interventi di restauro e consolidamento del campanile della chiesa di S. Martino. Da ultimo, sempre per cinquantunomila euro, verrà restaurato il campanile della chiesa parrocchiale di S. Martino Vescovo di Visnà di Vazzola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Regione due milioni di euro per manutenzione degli edifici di culto

TrevisoToday è in caricamento