EatScanner: pubblicità gratuita per i ristoratori che fanno consegna a domicilio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

EatScanner è l’app che da inizio novembre offre una grandissima innovazione per gli utenti dei servizi di consegna di cibo a domicilio, comparando le proposte e permettendo così di avere più scelta e risparmiare. Da pochi giorni ha esteso la propria offerta ai ristoratori permettendo loro di farsi pubblicità gratuitamente in questo periodo di grande crisi. Ma partiamo dall’inizio: EatScanner è un servizio (app per Android ed iOs) che già permette di trovare tutti i ristoranti che offrono il servizio a domicilio tramite le tante app presenti sul territorio Italiano: a partire dai colossi JustEat, Deliveroo, Glovo e UberaEats già presenti, fino a più piccoli servizi locali che si stanno via via affiliando alla piattaforma. Così facendo, con un’unica app, mette a disposizione degli utenti una più ampia scelta di piatti (già oltre 3.5 milioni), la possibilità di risparmiare scegliendo il servizio più economico, o di puntare sulla qualità del servizio (valutazioni, puntualità, velocità…).

Oggi però il team di EatScanner ha annunciato una grande novità: “Siamo consapevoli che molti ristoratori non si vogliono affidare ai servizi di delivery che rosicchiano buona parte dei margini del ristorante, pertanto si attrezzano per offrire autonomamente il servizio di consegna a domicilio. Incontrando però un grosso scoglio: come farsi conoscere dai potenziali clienti? Il marketing online, soprattutto in questo periodo di forte domanda, è troppo costoso per un singolo ristorante. Questi piccoli imprenditori si trovano per questo in una fase di stallo.” Lo ha dichiarato Enrico Massi, amministratore delegato della società. Che ha poi continuato: “per questo motivo abbiamo sviluppato un pannello ristoranti che verrà messo gratuitamente a disposizione. I ristoratori potranno caricare le informazioni di base del proprio ristorante e naturalmente il menu, per essere così presenti sulla piattaforma EatScanner accanto ai ristoranti che già si appoggiano ai servizi di delivery organizzati. Il tutto senza alcuna spesa in fatto di marketing“.

"Riteniamo sia una scelta eticamente corretta in questo periodo in cui gli operatori del settore ristorativo hanno bisogno di aiuto!”. Come funziona quindi EatScanner per i ristoranti (o bar, o pasticcerie) che offrono servizio a domicilio? Il ristoratore non dovrà far altro che registrarsi tramite l’apposito link sul sito eascanner.com, inserire i dati fondamentali del proprio locale, inserire le portate ed i prezzi del proprio menu, stabilire un raggio entro cui offrire i servizi di consegna a domicilio e specificare se il pagamento da parte del cliente debba essere per forza in contanti o se sia attrezzato anche con un POS portatile (in questo momento EatScanner non si occupa ancora di transare online per conto del ristorante). Una volta approvato si troverà sulla piattaforma insieme a tutti i ristoratori che già si appoggiano ai servizi organizzati. Riceverà gli ordini via email e dovrà solo occuparsi della consegna. Riteniamo che questo sia il servizio giusto nel momento giusto. Gli aiuti promessi al settore turistico alberghiero, fiore all’occhiello dell’economia italiana, non sono abbastanza per permetterne la sussistenza. EatScanner non sarà forse “la soluzione”, ma di sicuro rappresenta un grosso aiuto da parte di piccoli imprenditori a piccoli Imprenditori Italiani.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento