Esuberi congelati alla Electrolux, ma bisogna incentivare produttività

Non ci saranno licenziamenti alla Electrolux di Susegana. L'azienda svedese ha congelato fino al 2015 gli esuberi annunciati a febbraio. Ma è necessario pensare a incentivare la produttività

Posti di lavoro salvi alla Electrolux di Susegana.

Dopo una trattativa lunga 15 ore, a Mestre, colosso svedese e rappresentanti sindacali di Fiom, Fim e Uilm sono giunti a un accordo. Nessuno dei 1.128 dipendenti in esubero annunciati a febbraio, 373 dei quali solo a Susegana, verrà licenziato.

Gli operai di Electrolux continueranno a lavorare, benchè a orario ridotto a sei ore al giorno. Le altre due ore sarano integrate dall'Inps.

I lavoratori, dunque, possono tirare un sospiro di sollievo, ma resta ancora molto da fare per salvare l'azienda: è necessario investire e incentivare la produttività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo il 15 marzo i dipendenti di Susegana si riuniranno in assemblea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Maltempo, albero cade e travolge un'auto: vigilante ferito

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento