Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia

Electrolux, Fiom: «Rinnovo dell'integrativo, orario e salario i nodi da sciogliere»

«L'azienda è comunque disponibile a confermare gli accordi e le prassi aziendali per quanto riguarda i part-time e sulla possibilità di cumulare ferie e permessi per i lavoratori migranti»

La sede Electrolux di Susegana

«Nell'incontro di oggi, in videoconferenza, l'azienda ci ha ribadito le sue disponibilità su alcuni punti della piattaforma, in particolare sulla parte che riguarda il riordino e l'adeguamento del Testo Unico sul sistema di relazioni sindacali. L'azienda è disponibile a confermare gli accordi e le prassi aziendali in atto per quanto riguarda i part-time e sulla possibilità di cumulare ferie e permessi per i lavoratori migranti; ha ribadito la maturazione del Premio di Risultato a lavoratrici e lavoratori che utilizzano il congedo parentale e la possibilità di convertirlo in equivalenti ore di permesso in banca ore, sullo smart-working l’azienda conferma le regole in atto nel gruppo e la disponibilità a formalizzare queste regole nell’accordo». A dichiararlo a margine dell'incontro sono stati Michela Spera e Alberto Larghi, coordinatori del Gruppo Electrolux ed Electrolux Professional per la Fiom nazionale.

«Il tema degli orari di lavoro rimane il punto centrale, con quello del salario, del confronto con Electrolux. In particolare come Fiom chiediamo prioritariamente: di riportare il periodo di fruizione delle Ferie nei mesi di giugno, luglio e agosto; di limitare il numero di ore di straordinario ed elevare le indennità proposte dall'azienda, valorizzando il confronto con la Rsu; di definire un tempo di confronto più ampio per il ricorso alla flessibilità; il frazionamento di tutti i par a ore, non solo quelli (5) a disposizione dell’azienda ma anche quelli a disposizione dei lavoratori. E infine, per quanto riguarda il salario, riteniamo la proposta aziendale (un aumento complessivo massimo di 520 euro) non sufficiente, e sulla richiesta di superamento della modalità di anticipo mensile di quote del premio, abbiamo ribadito la nostra indisponibilità. Il negoziato proseguirà il 16 febbraio con l'impegno dell'azienda a trovare un luogo idoneo a poter svolgere l'incontro in presenza».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, Fiom: «Rinnovo dell'integrativo, orario e salario i nodi da sciogliere»

TrevisoToday è in caricamento