rotate-mobile
Economia

Crisi, esportazioni dei distretti del Nordest reggono

Nonostante la crisi, le esportazioni nei distretti del Triveneto sono tendenzialmente in crescita, soprattutto grazie al mercato tedesco

Buono il ritmo di crescita delle esportazioni dei trentaquattro distretti del Nordest, nel terzo trimestre del 2011. Un rilevazione di Intesa San Paolo ha registrato un aumento tendenziale nell'export del 7,7 per cento.

Nel trimestre luglio-settembre 2011 le esportazioni si sono portate a quota 5,8 miliardi, con un guadagno netto di 415 milioni di euro rispetto al corrispondente periodo del 2010 e un più 1,1 miliardi rispetto al momento peggiore della crisi nel terzo trimestre 2009.

I tre poli del Triveneto hanno dato buoni risultati in particolare nel settore dell'alta tecnologia, registrando un più 13,1 per cento tendenziale. Spiccano il biomedicale di Padova e l'Ict veneto, trainati dal mercato tedesco.

Secondo la ricerca di Intesa San Paolo è cresciuta ulteriormente la propensione a esportare nei "nuovi" mercati ad alto potenziale, dove i distretti tradizionali triveneti hanno registrato un aumento tendenziale dell'export del 9,8 per cento.

Trainante si rivela la Russia, dove le esportazioni dei distretti del Nordest hanno ripreso a correre con un'impennata del 28,2 per cento. Importante anche il Brasile, ma il contributo maggiore è venuto dai tradizionali sbocchi commerciali guidati dalla Germania, dove le esportazioni dei distretti sono aumentate di 73 milioni di euro rispetto al terzo trimestre 2010. Seguono la Russia, 57 milioni, la Francia con 43 milioni e gli Stati Uniti con 34 milioni.(ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, esportazioni dei distretti del Nordest reggono

TrevisoToday è in caricamento