rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Economia Ponzano Veneto

Esuberi Benetton, Femca Cisl propone un tavolo di sostegno

Femca Cisl Venezia propone l'istituzione di un tavolo di confronto tra Prefettura, Provincia di Venezia, Regione e ministeri per discutere del sostegno alle aziende coinvolte dai tagli annunciati da Benetton

Il programma di ristrutturazione della produzione Benetton avrà ricadute non solo nella Marca ma anche nella limitrofo provincia di Venezia.

Per questo Femca Cisl Venezia ha avanzato la proposta dell'attivazione di una cabina di regia con Prefettura, Provincia di Venezia, Regione e ministeri per scongiurare centinaia di licenziamenti nelle aziende coinvolte.

Uno degli effetti immediati della rivoluzione in casa Benetton, infatti, potrebbe essere la rescissione di 135 contratti di fornitura stipulati, per la maggior parte, con aziende venete e il trasferimento delle commesse all'estero, e molte di queste realtà si trovano anche in Ppovincia di Venezia.

Sull'argomento è intervenuto anche Luigi Angeletti di Uil, rispondendo circa la possibilità che le organizzazioni dei lavoratori intervengano in merito ai dipendenti delle decine di laboratori dell'indotto Benetton: "I sindacati fanno trattative con chi prende decisioni e Benetton prende decisioni per i dipendenti Benetton".

"Non è che la sorte di quei lavoratori sia una partita che non ci riguarda - ha spiegato Angeletti - ma non è quello il luogo in cui affrontarlo. Il tema va gestito o all'interno delle singole imprese interessate o, in termini generali, a livello di indotto nel suo insieme, ma avendo come orizzonte quello degli ammortizzatori sociali in deroga".

"Se ci inseriamo sull'opportunità di Benetton di dare o non dare le commesse a questo o quel fornitore - ha concluso - possono giustamente chiederci cosa c'entriamo noi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esuberi Benetton, Femca Cisl propone un tavolo di sostegno

TrevisoToday è in caricamento