menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contratto di solidarietà salva dieci dipendenti di Farmacia Trevigiana

L'azienda aveva dichiarato dieci esuberi su 44 lavoratori. Il contratto di solidarietà, che verrà applicato per 12 mesi a 34 dipendenti, ha evitato il licenziamento

Rischiavano il posto in dieci ma grazie al contratto di solidarietà hanno salvato il lavoro. Sono i dipendenti dell'azienda Farmacia Trevigiana Spa.

Mercoledì 21 novembre si è tenuto al Sant'Artemio un incontro tra sindacati e azienda, con il supporto dei funzionari della Provincia, per discutere della procedura di mobilità aperta lo scorso 3 ottobre da Farmacia Trevigiana, con la dichiarazione di 10 esuberi su 44 dipendenti.

Dopo un lungo confronto le organizzazioni sindacali e le rappresentanze Fisascat Cisl in azienda, hanno proposto lo strumento del contratto di solidarietà difensivo come soluzione unica per evitare il licenziamento di personale e, allo stesso tempo, mantenere un organico utile al rilancio dell’azienda.

Al termine dell'incontro le parti hanno sottoscritto un accordo di contratto di solidarietà, che sarà applicato a 34 dipendenti di Farmacia Trevigiana e avrà la durata di 12 mesi, con eventuale proroga di ulteriori 12 mesi. 

Il contratto di solidarietà, che decorrerà dal primo gennaio 2013, prevede un’applicazione massima del 50 per cento della riduzione dell’orario dei commessi e del personale amministrativo, a seconda delle mansioni, sino al minimo del 4 per cento per i soli collaboratori  di farmacia.

“La Fisascat Cisl – commenta Edoardo Dorella, segretario generale della Fisascat Cisl di Treviso - unitamente alle rappresentanze aziendali, ritiene che il risultato conseguito con questo accordo sia di fondamentale importanza sul fronte del mantenimento dei posti di lavoro, evitando i licenziamenti e contemporaneamente dando una  risposta concreta che impatta in maniera non traumatica per i lavoratori, dopo aver analizzato i temi con la necessaria lucidità e con la volontà di costruire assieme le soluzioni ai problemi. Ora abbiamo 12 mesi di tempo per trovare tutte le soluzioni organizzative affinché l’azienda rilanci l’attività delle 10 farmacie”.

Nelle prossime settimane Fisascat Cisl e rappresentanze aziendali fisseranno un’assemblea per dare ai lavoratori tutte le informazioni necessarie sull’accordo e sulla sua applicazione. Inoltre è stato concordato un nuovo incontro a gennaio per proseguire il confronto con la direzione aziendale per una corretta e efficace applicazione dell’accordo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento