Finint Investments: al via "Pitagora", nuovo fondo investimenti in Student Housing

Il nuovo veicolo, con durata di 12 anni e obiettivo di raccolta di 100 milioni di euro, punta a investire nel mercato in crescita degli alloggi per studenti secondo logiche ESG

Mauro Sbroggiò

Finint Investments SGR, società di gestione del risparmio del Gruppo Banca Finint operativa nel mercato italiano della gestione di fondi alternativi, lancia “Pitagora”, un nuovo fondo immobiliare chiuso dedicato agli investimenti in Student Housing. Il Fondo Pitagora ha una durata di 12 anni e un obiettivo di raccolta di 100 milioni di euro per la realizzazione di circa 1600 posti letto ed è riservato a investitori istituzionali, non professionali ed enti pubblici.

Il nuovo veicolo è stato creato con l’obiettivo di investire nel mercato immobiliare italiano in beni da adibire ad alloggi per studenti fuorisede, ricercatori e young professionals che stanno entrando nel mondo del lavoro: in particolare il Fondo intende valorizzare immobili dismessi da riconvertire, situati in posizioni strategiche vicino ad atenei con più di 15.000 studenti in città di media dimensione e con forte tendenza all’internazionalizzazione. La strategia di business mira alla realizzazione di strutture con una metratura tale da poter determinare prezzi accessibili con servizi all-inclusive, con l’obiettivo di offrire un posizionamento che soddisfi diversi tipi di utenti in un contesto non solo funzionale, ma anche dotato di spazi comuni confortevoli da vivere e da condividere e che si caratterizza per unità abitative diversificate per tipologie e tempi di permanenza, disponibilità di spazi comuni e aree verdi, servizi per il tempo libero.

Il Fondo Pitagora intende privilegiare un approccio di investimento che risponda a criteri di sostenibilità: le decisioni di investimento mireranno infatti a raggiungere obiettivi di sostenibilità, con particolare riferimento alla qualità realizzativa degli immobili e all’adozione di nuove tecniche costruttive, anche in chiave energetica, tenendo inoltre in considerazione fattori di tipo sociale e di governo societario. Il Fondo avvierà la collaborazione con diversi operatori specializzati nella gestione di studentati che saranno individuati di volta in volta in base alle peculiarità dell’investimento e saranno coinvolti fin dalle fasi di progettazione, con l’obiettivo di realizzare strutture in linea con l’offerta dell’operatore e le aspettative del pubblico target.

“Il mercato dello Student Housing ha registrato una rapida crescita negli ultimi anni e rappresenta uno dei settori emergenti più attivi in Italia – ha commentato Mauro Sbroggiò, Amministratore Delegato di Finint Investments SGR – In Italia sono presenti 97 istituti universitari che accolgono ogni anno un flusso di oltre 600.000 studenti fuori sede a cui vanno aggiunti gli studenti del programma Erasmus. Di questi si stima che circa metà siano alla ricerca di un alloggio completo di servizi. Proprio per rispondere a questo fabbisogno, abbiamo scelto di entrare nel mercato dell’housing studentesco attraverso il nuovo Fondo Pitagora con cui vogliamo contribuire a far crescere anche nel nostro Paese un mercato competitivo, puntando sullo sviluppo di soluzioni immobiliari con modelli di organizzazione degli spazi nuovi e in linea con le aspettative delle nuove generazioni, oltre che in linea con i criteri di sostenibilità in ottica ESG, sempre più ricercati dagli investitori. Grazie all’esperienza maturata negli anni nel settore del social housing, dove abbiamo in gestione tre Fondi dedicati che contano complessivamente c.720 alloggi in gestione e c.600 in costruzione, con il nuovo Fondo Pitagora vogliamo entrare nel mercato delle residenze per studenti che, insieme al “Senior Housing”, rappresentano un importante elemento di sviluppo del settore immobiliare, mettendo a disposizione la nostra expertise maturata negli anni con un progetto che ci auguriamo possa fornire una risposta concreta alla crescente domanda di strutture con concept di sviluppo e gestione sempre più allineati alle best practice europee".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento