Garanzia Silea: 30mila euro di fondi per le imprese colpite dal Covid

Sostegno dell'amministrazione comunale Cendron a famiglie ed imprese in ottica post Coronavirus. Sinergia con istituti bancari, confidi e associazioni di categoria

Il momento della sottoscrizione del progetto

Giovedì 30 luglio il Comune di Silea ha presentato un nuovo piano per favorire il sostegno economico delle attività d’impresa del proprio territorio denominato “Garanzia Silea”.

Per questo motivo l'amministrazione comunale ha stanziato un contributo di 30mila euro da destinare ai Confidi trevigiani (Consorzio Veneto Garanzie, Trevigianfidi Soc.Coop., Canova Coop., Fidi Impresa Veneto) che a loro volta assicureranno garanzie agli istituti bancari per arrivare all’erogazione fino a 552mila euro a favore delle partite iva operanti nel Comune. L’iniziativa prevede erogazioni di finanziamento della durata massima di 72 mesi, a partire da un minimo di 10mila euro ad un massimo di 35mila euro, ad un tasso agevolato dello 0,70%, senza costi di erogazione, con una istruttoria veloce e semplificata. Alle ore 15 la sigla dell’accordo tra Comune di Silea e i Confidi Trevigiani, alla presenza di due banche del territorio, Bcc Pordenonese e Monsile e Centromarca Banca, grazie alle quali l’iniziativa troverà concreta attuazione. Il fondo 'Garanzia Silea” si aggiunge alle altre misure per il rilancio delle attività produttive, già varate in precedenza sul canone di occupazione del suolo pubblico (cosap e tosap) e sulla possibilità per i commercianti di ampliare, gratuitamente, i plateatici. Il pacchetto di 30.000 Euro sotto forma di garanzie si integra alle misure finalizzate dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Cendron che prevede stanziamenti per 200mila euro per supportare la liquidità degli operatori economici del territorio maggiormente danneggiati dall’emergenza sanitaria, il supporto alle famiglie attraverso i buoni spesa, la concessione di contributi per affitti e bollette e l’abbattimento dei costi dei centri estivi per i ragazzi. Il sindaco Rossella Cendron dichiara: «La possibilità di ritornare a investire, con tassi agevolati e con una burocrazia ridotta al minimo è cruciale in questo momento per il nostro tessuto economico che ha bisogno di una boccata d’ossigeno per ripartire. Microimprese, commercianti, artigiani hanno bisogno di percepire che le istituzioni sono al loro fianco in questo momento difficile e questo è un segnale concreto di supporto agevolato, semplificato e senza rischi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche gli Istituti di credito coinvolti hanno voluto esprimere il pensiero che li ha spinti a favorire l’iniziativa. Maurizio Dal Corso, direttore commerciale di CentroMarca Banca, commenta: «CentroMarca Banca, durante questo momento di grande incertezza economica e finanziaria, si riconferma Banca del territorio a contatto diretto con le aziende e con le famiglie. Quello che vogliamo dare è un aiuto concreto, tangibile che solo una realtà come la nostra riesce a fornire in quanto legge negli occhi delle persone in difficoltà. Essere al loro fianco e aiutarli attraverso iniziative come questa è indispensabile e nel nostro Dna di Credito cooperativo. Ancora una volta l'unione creerà la forza per ripartire e tornare più forti di prima». Moreno Favaretto, vicedirettore generale Bcc Pordenonese e Monsile sottolinea: «La crisi di liquidità ha colpito le imprese e le famiglie ma anche il popolo delle partite iva, uno degli assi portanti della nostra economia. Un settore composto da professionisti e imprese individuali che sono state colpite fortemente dal lockdown forzato e che oggi hanno bisogno di supporto per riprendere a lavorare e, spesso re-inventarsi in un mondo completamente cambiato. La nostra banca non lascia indietro nessuno, ed è per questo che con orgoglio partecipiamo all’iniziativa del Comune di Silea assieme agli altri partner del progetto con l’obbiettivo di immettere liquidità anche per questo specifico gruppo di lavoratori sostenendo così la ripresa del tessuto imprenditoriale locale, a tutto tondo». I consorzi di garanzia concludono con Ivano Zanatta, presidente di Trevigianfidi Soc. Coop: «Nel ringraziare l’amministrazione comunale di Silea, sempre attenta alle esigenze dei cittadini, prendiamo coscienza dell’impegno economico a sostegno delle imprese tramite noi Confidi del Territorio per superare le difficoltà di questo particolare periodo». Rudy Bortoluzzi, direttore Confidi Canova, chiosa: «I sindaci, le associazioni di categoria, i Confidi del territorio, le banche di credito cooperativo, stanno dimostrando che è possibile fare squadra, pur nelle diverse competenze, creando una sinergia comune volta a sostenere la ripresa delle attività economiche della nostra provincia, duramente colpite dalla crisi causata dal Covid-19».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento