A Conegliano 9 nuovi giovani imprenditori da "LabInn 3"

9 nuovi giovani imprenditori da LabInn 3. Nove Business Plan in finale per 3 attività finanziate. Si è concluso sabato 28 novembre 2015 LabInn 3, percorso di autoimprenditorialità per giovani dai 18 ai 35 anni.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

9 Business Plan in finale per 3 attività finanziate.

Si è concluso sabato 28 novembre 2015 LabInn 3, percorso di autoimprenditorialità per giovani dai 18 ai 35 anni promosso dall’Area Coneglianese delle Politiche Giovanili, Artigianato Trevigiano, Banca della Marca, CoFiTre Consorzio Fidi Trevigiano, Coldiretti Treviso, Confartigianato Conegliano e Rotary Club Conegliano-Vittorio Veneto e in collaborazione con il Centro di Imprenditoria Giovanile dell’Università di Verona e Cooperativa Thauma. In questa fase i 9 giovani imprenditori finalisti, selezionati dai 62 iscritti e individuati lo scorso settembre tra le 22 idee d’impresa proposte, hanno presentato il proprio business plan alla commissione esaminatrice per aggiudicarsi gli ultimi punti a disposizione per la composizione della classifica finale.

Dopo una attenta e precisa consultazione, la commissione ha valutato le proposte più innovative, realizzabili, attrattive sul mercato e meglio presentate stilando la seguente classifica: a conquistare il primo posto è stato il progetto legato al campo agroalimentare “Piccolo Vegs for Pots” di Soira Bazzo, vendida con e-commerce di sementi per orticultura urbana; il secondo posto è andato a Amabile De Bortoli  con “Come posso aiutarti”, piattaforma di match tra interventi casalinghi e servizi di vita quotidiana; il terzo posto sul podio è stato occupato da Alberto Zanco con “Erbavoglio”, una piattaforma digitale per creare modelli tridimensionali di ambienti da arredare; a seguire gli altri sei: Gabriella Leonte con “Gabrielle Boutique”, un network di negozi con “macchina misura taglie”; Alberto Grava con SMARTLands, sevizi di Smart City con gestione della sosta nelle città; Martina Lorenzet con “I Dolci di Padmini”, pasticceria con dolci di pastafrolla; Alessandro Spagnol con “Gixintime”, piattaforma per il matching tra domanda e offerta per la gestione della musica live e la gestione dei concerti; Beatrice Tonon con “Up Your Bike”, servizio di comunicazione e promozione per la cittadinanza e per le attività commerciali – Bike Sharing; Laura Franco con “La Tata Aziendale”, consulenza per l’internazionalizzazione dei nostri prodotti artigianali.

I primi 3 classificati accedono ad un finanziamento fino a 15.000 Euro a tasso e spese zero garantiti da un fondo di garanzia appositamente predisposto dai promotori del progetto, e tutti e 9 i progetti finalisti potranno accedere al finanziamento di secondo livello, ovvero fino a 40 mila euro a tasso e condizioni agevolate.

Le Associazioni di categoria coinvolte assicureranno servizi amministrativi e consulenza da parte di tutor specializzati in materie finanziarie, fiscali, amministrative, di controllo di gestione, di marketing e di sicurezza.

Banca ed Associazioni di Categoria saranno presenti accanto ai giovani imprenditori nella successiva gestione d’impresa attraverso un “Business Angel”, un professionista dedicato allo sviluppo della start up. I ragazzi di LabInn potranno così usufruire anche di un servizio permanente per far emergere i talenti imprenditoriali del territorio, sui quali investire anche nel capitale delle imprese: direttamente in equity o supportando l’impresa nell’attività di crowdfunding.

Questa terza edizione ha visto, oltre alla partecipazione a un viaggio premio a Expo Milano 2015 per i primi 12 progetti selezionati a settembre, viaggio finanziato grazie agli sponsor Ascotlc, Maglificio Ambrozzo e Dall’Ava e Veneta Nastri, anche un preziosissimo laboratorio di formazione sul tema del potenziamento e sviluppo delle Life Skills con 34 giovani iscritti per lo sviluppo di abilità e competenze personali utili per il proprio percorso di crescita formativa, professionale e umana.

All’evento erano presenti anche numerose classi e rappresentanti degli Istituti Scolastici Superiori di Conegliano, invitati anche in quanto potenziali partecipanti alle future edizioni di LabInn.

I promotori non nascondono la soddisfazione per i risultati ottenuti e concordano nel portare avanti questo progetto anche per le edizioni future, contando sulla corposa e proficua partecipazione fin qui avuta e spendendosi per un aggiornamento e una evoluzione continua del progetto. Già dai prossimi giorni si inizierà a pensare alla prossima edizione.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento