menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto della famiglia Zago

Una foto della famiglia Zago

Pro-Gest, il primo semestre 2016 conferma la leadership: fatturato da 240 milioni d'euro

Confermato anche un EBITDA pari al 19%. Il patron Bruno Zago: "Stabilizzazione e sviluppo consapevole alla base dei progetti di Pro-Gest"

ISTRANA Presentato oggi agli Istituti di Credito il Piano Industriale 2017-2019 del Gruppo Pro-Gest, che ha chiuso l’anno 2015 con 450 milioni di euro di fatturato (+27% rispetto ai 354 milioni del 2014) e con 89 milioni di EBITDA, in crescita in valori assoluti rispetto al 2014 di oltre il 20%. I primi dati disponibili del 2016 riflettono un anno all’insegna della continuità delle performance delle aziende del Gruppo, con un fatturato semestrale che si attesta sui 240 milioni di euro, in linea sostanziale con il 2015. Positivo il dato di EBITDA che è pari al 19% circa.

“La stabilizzazione del Gruppo prevista per quest’anno – ha dichiarato Bruno Zago, Amministratore Delegato di Pro-Gest – si deve certamente all’acquisizione effettiva avvenuta in questi mesi delle due realtà toscane condotte finora in affitto, lo stabilimento di Altopascio (Ex Ondulati Giusti) e quello di Sesto Fiorentino (Ex Cartonificio Fiorentino). Da ottobre 2014 gestiamo entrambi gli stabilimenti con continuità industriale e attraverso procedure trasparenti, contribuendo di fatto a porre maggiore attenzione agli equilibri di mercato.”

L’incontro con gli Istituti di Credito è stata l’occasione, oltre che per verificare l’andamento del 2016, anche per uno sguardo ai piani futuri del Gruppo. L’attenzione è tutta sull’ingente progetto messo in atto a Mantova, per la riqualificazione e il riavvio della storica cartiera sospesa progettata da Pierluigi Nervi. “Questo investimento - prosegue l’AD Bruno Zago - porterà, entro il 1° semestre del 2017, all’apertura della più grande cartiera italiana, dotata della migliore tecnologia per la produzione di carta per ondulatori. Un progetto da 150 milioni di euro complessivi (di cui è stata avviata la prima fase con l’impiego di 120 mln di euro già interamente finanziati). La nuova Cartiera di Mantova sarà un impianto altamente competitivo che migliorerà ulteriormente la nostra capacità di confronto con i player europei.”

Il Gruppo Pro-Gest ha fatto dell’integrazione la propria forza e conta al suo interno realtà aziendali leader nella produzione della carta, partendo dal macero e giungendo alla realizzazione degli imballaggi. E’ stata rafforzata la parte iniziale della filiera, dando vita ad una nuova divisione interna al Gruppo dedicata al RECYCLING, che è cresciuta recentemente con l’acquisizione della Ex Levio Loris di Badia Polesine, azienda specializzata nella raccolta e nel trattamento dei rifiuti. Questo impianto, che ha ripreso a lavorare già da un paio di mesi, permetterà al Gruppo di differenziare la materia prima utile secondo gli standard più adeguati ai processi successivi, affiancando la capacità produttiva della Carbonera Waste Paper di Istrana, attiva dal 2014. Il Gruppo Pro-Gest, holding della Famiglia Zago, è il numero uno in Italia nella produzione di carta, cartone e packaging, attiva attraverso 21 Aziende ed operativa in 7 Regioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento