Il Coronavirus non ferma il mercato immobiliare: con la tecnologia arrivano le visite virtuali

L’amministratore di impREsa Lucio D’Ambrosi: "I clienti possono effettuare la prima visita di un immobile virtualmente, ovvero sfogliando una galleria di foto a 360 gradi"

Lucio D'Ambrosi, amministratore impREsa srl

Mercato immobiliare in fermento nel 2019: rispetto al 2018, +27% di transazioni messe a segno dalle 12 agenzie immobiliari di “impREsa”, attive su un territorio che dalla provincia di Treviso si spinge fino a quella di Pordenone, e volume del transato sopra i 40 milioni di euro (+40% sull’anno precedente). Bene anche il primo bimestre del 2020, ma cosa ne sarà del futuro?

«I risultati – l’analisi dell’amministratore di impREsa Lucio D’Ambrosi – registrati nel 2019, così come quelli di inizio 2020, ci farebbero ben sperare per i mesi che verranno, se non fosse per l’attuale situazione, che lascia aperti molti punti interrogativi. Per il settore immobiliare il 2019 è stato infatti l’anno della ritrovata fiducia nel mattone, un trend confermato anche dai numeri di questo primo bimestre: basti pensare agli immobili venduti (+32% rispetto allo stesso periodo di un anno fa) oppure agli utenti stranieri che hanno frugato tra le proposte immobiliari pubblicate sul nostro sito (a gennaio 2020 registrato un +40% sullo stesso mese del 2019). I presupposti ci sarebbero tutti per bissare, ma lo scenario che abbiamo davanti è quanto mai incerto. Da parte nostra, c’è tutto l’impegno ad affrontare le sfide di questo particolare momento storico. Abbiamo ad esempio deciso di investire nella tecnologia e di puntare sulle visite virtuali, per rispondere alle nuove esigenze dei clienti: potranno così effettuare la prima visita di un immobile virtualmente, ovvero sfogliando una galleria di foto a 360 gradi. Un servizio che piace ai potenziali acquirenti e che è utile anche per i proprietari. E infatti contiamo di ampliare l’offerta di immobili che lo prevedano».

I numeri del 2019

Appartamenti e attici hanno guadagnato il primato per tipologia di immobili venduti (73%), seguiti dalle case indipendenti (23%), dai terreni edificabili (3%) e infine dai garage (1%). Tra chi si è affidato a impREsa per acquistare casa, sono aumentati coloro i quali hanno preferito nuove costruzioni (9% del totale, +5% sul 2018) e sono quasi raddoppiati quanti hanno optato per case senza barriere architettoniche (nel 2018 rappresentavano il 7% del totale, un anno dopo hanno raggiunto quota 13%): a sceglierle, perlopiù chi rientra nella fascia d’età 40-50 anni (i più interessati al mercato immobiliare, è in questa fascia d’età che infatti nel 2019 si è concentrato il maggior numero di acquirenti) ma soprattutto gli over 60. E sono proprio questi ultimi a disporre mediamente di un budget di spesa più alto, destinato principalmente all’acquisto di appartamenti. A proposito di appartamenti, dal 2018 al 2019 sono diventati più appetibili del 7%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

  • Assembramenti da happy hour in piazza Giorgione: «Sembrava di essere a Jesolo»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento