menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In centro a Treviso inaugurata la nuova sede di Banca Generali Private

Presentati i nuovi spazi della banca private alla presenza del vice Direttore Generale Marco Bernardi, i vertici locali e il sindaco Giovanni Manildo. Inaugurata anche la mostra "Resilienza" di Christian Balzano

TREVISO Si alza il sipario sulla nuova sede di Banca Generali Private a Treviso. Martedì sera sono stati il Vice Direttore Generale di Banca Generali, Marco Bernardi e il Sindaco Giovanni Manildo a tagliare il nastro dei nuovi spazi dedicati alla pianificazione finanziaria in Via San Nicolò 33, all’interno di palazzo Sardone, edificio storico completamente rinnovato in cui la clientela potrà disporre della completa operatività grazie anche alla presenza della filiale bancaria.

“Quella che inauguriamo è la nostra diciannovesima sede in Veneto, a testimonianza del nostro impegno nella regione in risposta ad una domanda di consulenza evoluta in costante crescita da parte delle famiglie del territorio” dichiara Marco Bernardi, Vice Direttore Generale di Banca Generali, che aggiunge - “siamo consapevoli del nostro ruolo all'interno della comunità e per questo motivo siamo particolarmente orgogliosi di aver recuperato per la città uno dei palazzi storici più belli come Palazzo Sardone che da oggi sarà aperto a tutti con percorsi culturali di grande prestigio, a partire dalle opere di Christian Balzano qui esposte".

Nel corso della serata è stata infatti presentata anche “Resilienza”, la mostra personale dello scultore livornese Christian Balzano (Livorno, 1969), che dopo il successo ottenuto a Milano arriva dunque nella città veneta. Curata da Marco Bazzini e organizzata in collaborazione con Boxart Verona, “Resilienza” ripercorre attraverso 60 opere il percorso artistico di Balzano e la sua profonda riflessione sull’essere umano immerso nel tempo presente. Lo stesso titolo dell’esposizione richiama infatti alla mente la capacità umana di reagire e rialzarsi senza lasciarsi abbattere dalle difficoltà e dalle avversità dettate dal destino. Concetti questi che si ritrovano anche in “Io siamo resilienza” la maxi installazione esposta dal 3 maggio in Piazza Francesco Crispi e che raffigura un toro alto oltre 3 metri e presentato a testa in giù mentre riverbera la propria immagine in uno specchio creato attraverso la sovrapposizione dei cinque continenti.

Patrocinata dal Comune di Treviso, la mostra è accompagnata da un catalogo Gli Ori Editore e dal sito internet (resilienzaexhibition.com). “Resilienza” è visitabile gratuitamente nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dalle 14:30 alle 17:30 o su appuntamento da fissare.

Treviso 1-4

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento