Imprese, Keyline fornisce la chiave per Fico, il più grande parco agroalimentare del mondo

“Siamo davvero onorati – spiega Mariacristina Gribaudi, amministratrice unica dell'azienda - di aver messo a disposizione di questa straordinaria iniziativa la storia della famiglia Bianchi"

CONEGLIANO Ad aprire le porte del più grande parco agroalimentare del mondo, inaugurato mercoledì a Bologna dal presidente del consiglio Paolo Gentiloni, è stata una chiave trevigiana: quella prodotta per l’occasione da Keyline, l’azienda di Conegliano leader nel settore del keybusiness. “Oggi qui sul palco – ha detto Oscar Farinetti, patron di Eataly - c’è l’Italia migliore. Il food ma anche il manifatturiero, rappresentato in questa occasione dalla più antica famiglia al mondo che produce chiavi”. A porgere la chiave Mariacristina Gribaudi, amministratrice unica di Keyline, presente al taglio del nastro di Fico Eataly World, Fabbrica italiana contadina. “Siamo davvero onorati – spiega Gribaudi - di aver messo a disposizione di questa straordinaria iniziativa la storia della famiglia Bianchi, iniziata a Cibiana di Cadore nel lontano 1770. Con Farinetti e Eataly c’è una comunione di intenti nel rappresentare il Made in Italy nel mondo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GribaudiFico-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Guarisce dal Coronavirus e lancia un appello ai giovani: «Evitate la movida»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento