menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede Geox di Biadene

La sede Geox di Biadene

Magazzini Geox, stabilizzazione per 18 lavoratori in somministrazione

Il nuovo accordo sindacati-Cowork getta le basi per la stabilizzazione di tutti i somministrati, costrendo un modello di inserimento lavorativo per incrementare la forza lavoro

A meno di due mesi di distanza dall’accordo siglato a seguito del passaggio di appalto per la gestione dei magazzini Geox del montebellunese, una vicenda legata alla liquidazione del Consorzio CGS, con una nuova intesa si sostanzia il processo di stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato e indeterminato in somministrazione. A darne notizia le sigle di categoria della CGIL trevigiana, FILT e NIDIL, che hanno seguito la trattativa con Cowork, la società affidataria del servizio.

L’obiettivo è quello di consolidare l’organico aziendale attraverso l’assunzione a tempo indeterminato e determinato di parte dei lavoratori già operanti nel sito logistico di Signoressa. Si tratta di lavoratori somministrati assunti con contratto a tempo indeterminato e determinato dalle agenzie per il lavoro ai quali, attraverso l’accordo raggiunto tra Sindacati e azienda, è data la possibilità di essere assorbiti direttamente da Cowork, tenuta conto l’anzianità di cantiere, nella forma del part time verticale. Si va così a concretizzare il processo di stabilizzazione assunto con l’accordo del 17 dicembre 2020 quando le rappresentanze sindacali gestirono la non poco facile partita del cambio di appalto traendo miglioramenti delle condizioni lavorative e contrattuali per i lavoratori. Per 18 lavoratori si è avviata così la stabilizzazione dei dipendenti con contratto a tempo indeterminato delle agenzie per il lavoro. Da qui, seguirà l’inserimento con assunzione nell’organico di Cowork dei lavoratori in somministrazione con contratti a tempo determinato.

“Dopo cinque anni di lavoro di somministrazione, per questi lavoratori tale accordo rappresenta un importante risultato, in termini di sicurezza di impiego, di contratto e di tutele – spiega Samantha Gallo, segretario generale FILT CGIL di Treviso – Il percorso di stabilizzazione che prende vita, infatti, è accompagnato dalla costruzione di un sistema di relazioni sindacali che ha lo scopo di favorire la crescita occupazionale e professionale, bilanciando le esigenze di tutela del lavoro con la necessità di mantenere un alto livello di efficienza e produttività aziendale”.

“Un sistema di relazioni – sottolinea in aggiunta Rossana Careddu, segretaria generale NIDIL CGIL di Treviso – che ha visto protagonista la sinergia tra le due categorie sindacali, con grande impegno e senso di responsabilità. Nel prossimo futuro, a completamento del percorso di stabilizzazioni, tali relazioni saranno la base per definire un modello tipico di inserimento lavorativo per le future assunzioni. Modello che possa fare da scuola anche per altre realtà del settore della logistica del nostro territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento