menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi

Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi

Confagricoltura: «Mario Draghi è una risorsa che l’Italia non può sprecare»

Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi, presidente di Confagricoltura Treviso, commenta la crisi di Governo in corso, auspicando un nuovo corso per le imprese del gruppo trevigiano

«Come già detto più volte, la delicata situazione economica in cui versa oggi il nostro Paese – ed il nostro territorio – impone alla classe politica uno sforzo fuori dall’ordinario: in questo senso, come dichiarato in questi giorni da altri illustri colleghi, esponenti del mondo delle categorie economiche, Mario Draghi è una risorsa che l’Italia non può permettersi di sprecare» dichiara Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi, presidente di Confagricoltura Treviso.

«Dalla formazione di un nuovo esecutivo dipende oggi molto di quello che sarà il nostro futuro, non solo in un’ottica di breve periodo. Mi auspico che la politica prenda quindi esempio dal mondo delle imprese, che in questi giorni si sta compattando attorno alla figura di Draghi, e metta da parte personalismi e sterili logiche di partito per sostenere con decisione questo “nuovo corso”: per perseguire quello che è l’obiettivo unico per il 2021, la ripartenza, non possiamo permetterci passi falsi. Le aziende italiane devono essere messe quanto prima nelle condizioni ottimali per tornare competitive a livello internazionale, serve unità di intenti ed una visione comune. Per quanto riguarda il settore agricolo, sono certo che il Governo Draghi saprà affiancare con saggezza le imprese del comparto. La priorità per il mondo che rappresento deve essere la pianificazione: saranno ingenti le risorse economiche da destinare all’agricoltura, tra fondi comunitari e Recovery Plan, e se vogliamo costruire qualcosa di solido nel tempo è necessario siano fatti investimenti strategici. La politica dei finanziamenti a pioggia non ci ha portato da nessuna parte, per questo va cambiato passo, va cambiata direzione, va capito che possiamo dare vita ad una nuova economia agricola: più sostenibile, più competitiva, più solida. Confagricoltura è pronta e a disposizione, a qualsiasi livello, per collaborare al rilancio» conclude Bonaldi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento