menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montebelluna e il Sisus: entro la fine di settembre la conclusione di cinque interventi

Entro il 2019 saranno completati anche gli altri interventi finanziati per oltre 4 milioni di euro nell’ambito dei finanziamenti POR FESR

MONTEBELLUNA Sono ormai a buon punto i cantieri relativi agli interventi relativi de primol stralcio di azioni SISUS messe in campo dall’autorità urbana di Montebelluna Un’operazione, voluta dall’Europa, all’interno della quale, oltre a Venezia, Verona, Padova, Vicenza e Treviso, rientra anche Montebelluna in alleanza con l’asolano e la castellana. L’operazione di 17 milioni di euro, di cui 11 provenienti dll’Europa, ha già visto il varo di alcuni interventi portati avanti da 5 partner che co-finanziano quelle europea coperte fondi POR-FESR. E’ infatti fissata entro il 30 settembre prossimo la scadenza per il completamento dei primi interventi della spesa complessiva di oltre 6 milioni 600 mila euro e che sono in fase di attuazione da parte dei cinque beneficiari individuati dall’autorità urbana:

1. Acquisto di 15 autobus Euro VI e 1 autobus elettrico

Beneficiario: MOM

Totale spesa: 4.525.000 euro di cui 2.506.666,66 euro quota POR FESR e e 2.018.333,34 cofinanziamento MOM

Nel corso del 2018 Mom acquisterà 7 mezzi. E’ previsto tra il 2019 ed il 2020 l’acquisto degli altri 8 mezzi euro VI e l’autobus elettrico.

2. Ristrutturazione 16 alloggi ERP (di cui 10 a Montebelluna)

Beneficiario: Azienda territoriale per l’edilizia residenziale di Treviso (ATER)

Totale spesa: 404.000 euro di cui 226.000 euro quota POR FESR e 178.000 euro cofinanziamento ATER.

3. Ristrutturazione 13 alloggi ERP

Beneficiario: Azienda per l’edilizia economica e popolare di Castelfranco Veneto (AEEP)

Totale spesa: 395.383,03 euro di cui 332.001,02 euro quota POR FESR e 63.383,03 euro di cofinanziamento ERP.

4. Co-housing 17 alloggi

Beneficiario: IPAB Umberto I di Montebelluna

Totale spesa: 551.500 euro di cui 405.000 euro di quota POR FESR e 146.500 euro di cofinanziamento IPAB Umberto I di Montebelluna

5. Co-housing – 9 alloggi

Beneficiario: IPAB Crico di Vedelago

Totale spesa: 800.000 euro di cui 630.000 euro di quota POR FESR e 170.000 euro di cofinanziamento IPAB Crico di Vedelago

Entro il 2022 saranno realizzati gli altri interventi previsti dalla programmazione e che beneficeranno del finanziamento regionale POPR FESR di oltre 4 milioni e 100 mila euro. Commenta il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero: “Un grazie di cuore a tutti i nostri interlocutori, e in particolare agli uffici comunali, e alla dottoressa Michaela Crespan, perché gli aspetti procedurali dettati dall’Europa ed attuati dalla Regione veneto sono estremamente complessi: la buona volontà da parte di tutti ci sta consentendo di rispettare la tempistica. In questo momento l’attenzione è sul trasporto ecostenibile con mezzi Euro 6 ed a breve anche un autobus elettrico che collegherà le due strutture ospedaliere di Montebelluna e Castelfranco Veneto. Si tratta di un’azione utile per la popolazione più debole ma anche altamente simbolica. Stanno inoltre andando in porto le prime iniziative di co-housing e di recupero degli appartamenti di edilizia popolare per andare incontro alle famiglie in difficoltà, ma la sfida futura è anche sul piano delle nuove tecnologie nella logica delle Smart city con una serie di servizi che verranno implementati e per i quali si sta lavorando per la pubblicazione dei relativi inviti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento