menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il nuovo supermercato a Biban

Il nuovo supermercato a Biban

La gestione di un market per uscire dalla disoccupazione e iniziare una nuova vita

Ecco la nuova avventura di Gianluigi Nardari e della moglie, ex dipendenti Coopca che, dopo aver perso il lavoro, si sono reinventati imprenditori con il marchio Despar

CARBONERA Come tanti loro colleghi lo scorso anno, anche Gianluigi Nardari e la moglie hanno subito gli effetti della crisi che ha colpito la società Coopca, ossia la perdita del lavoro e il dover reinventarsi una nuova carriera per cercare di uscire da un pericoloso stato di disoccupazione. Ma, come dice il detto, "Chiusa una porta, si apre un portone" e il sig. Nardari, 51enne di Carbonera e con 33 anni di esperienza nel settore del commercio, ha deciso così di trovare immediatamente una soluzione e, dopo qualche tentennamento, ha deciso di tuffarsi nell'imprenditoria seguendo le orme di un vecchio collega, quell'Angelo Verde che nei mesi scorsi, dopo aver perso anche lui il lavoro da dipendente Coopca, ha deciso di rimboccarsi le maniche assumendo la direzione del supermercato dove lavorava a Venturali di Villorba, per poi assumere i propri ex colleghi e fino ad arrivare a prendere in gestione nei giorni scorsi anche la birreria Ludwigs Krone a Spresiano.

E' così che Nardari e la moglie, dopo mesi di invio curriculum andati a vuoto, hanno deciso di prendere in gestione il market di via Vittorio Veneto a Biban di Carbonera, proprio lungo la via principale del paese e quindi di fondamentale importanza per la zona e i suoi residenti. Per ora si tratta di un investimento limitato, effettuato grazie alla collaborazione con Despar che lascerà il marchio, ma che ha comunque permesso di assumere due dipendenti che hanno portato il personale a quattro persone. L'inaugurazione è stata giovedì mattina e fin da subito ha ottenuto pareri positivi dai primi, e tanti, cittadini che si sono recati a fare la spesa nel "nuovo" supermercato di zona. Un motivo di orgoglio quindi per tutta la comunità, a dimostrazione che l'età a volte non conta, nonostante molti magari a 51 anni siano troppo giovani per la pensione, ma troppo anziani per un nuovo posto di lavoro.

IMG_1441-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Montebelluna, la mamma di Mattia ai funerali: «Chi ha sbagliato pagherà»

  • Attualità

    Vaccinazioni, Benazzi difende l'infermiera: «Non è una No Vax»

  • Attualità

    Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento