I lavori di cablatura non si fermano, Tim porta la fibra in altri sette comuni della Marca

Prosegue il lavoro nelle “aree bianche” per chiudere il digital divide in Italia entro il 2021. Nell’ultimo mese effettuati interventi di cablaggio in oltre 280 comuni italiani

Anche ad ottobre è proseguito l’impegno di TIM per estendere la fibra ottica in Italia grazie ad interventi di cablaggio effettuati in 283 comuni distribuiti sull’intero territorio nazionale, di cui trentatré in Veneto, fornendo in questo modo una risposta concreta ed immediata alle esigenze di connettività provenienti soprattutto dalle “aree bianche” del Paese per consentire ad un sempre più ampio bacino di cittadini il ricorso alla smart working e alla didattica a distanza.

Accesso a internet veloce

Salgono così a circa 3mila i comuni italiani che in un arco temporale di soli otto mesi hanno beneficiato degli interventi di copertura ultrabroadband di Tim per consentire a sempre più famiglie e imprese l’accesso ad internet veloce.

I servizi

TIM conferma così l’obiettivo di chiudere il digital divide in Italia entro il 2021, estendendo a tutti la possibilità di lavorare e studiare a distanza, navigare ad alta velocità e usufruire dei servizi TV e d’intrattenimento. Grazie alla forte accelerazione infrastrutturale realizzata dall’inizio della fase emergenziale ad oggi, sono diventati oltre 4.800 i comuni italiani in cui sono disponibili i servizi a banda ultralarga di TIM a beneficio di cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni.

I prossimi mesi

TIM continuerà anche nei prossimi mesi ad intensificare i propri programmi di cablaggio per portare entro dicembre 2020 la fibra al 90% delle famiglie che utilizzano la rete fissa, concentrando i propri sforzi prevalentemente nelle zone rurali o a bassa densità abitativa del Paese. In particolare, i comuni che entro l’anno verranno raggiunti dalla banda ultralarga saranno oltre 5mila, con l’obiettivo di abilitare alla vita digitale circa il 75% delle famiglie residenti nelle “aree bianche” che hanno una linea fissa attiva.

Non solo fibra

Per assicurare connessioni ultrabroadband anche alle famiglie che non saranno raggiunte dalla fibra, TIM conferma il proprio impegno di copertura in banda ultralarga grazie all’utilizzo della tecnologia FWA (Fixed Wireless Access) che si basa su un sistema ibrido di collegamenti su tecnologia radio.

Il piano di accellerazione

Il piano di accelerazione dell’infrastruttura di rete procede di pari passo con l’impegno del Gruppo per la diffusione della cultura digitale: al fianco di circa 30 partner d’eccellenza, TIM, promuove lo sviluppo delle competenze digitali attraverso il programma Operazione Risorgimento Digitale con l’obiettivo di colmare il digital divide culturale nella società.

I comuni coinvolti

I comuni coinvolti (alcuni solo ampliati) secondo le comunicazioni dell'azienda sono:

Padova

Candiana

Arre

Cartura

Codevigo

Boara Pisani

Sant'Urbano

Villa Estense

Costa di Rovigo

San Martino di Venezze

Treviso

Portobuffole'

Mansue'

Monastier di Treviso

Castelfranco Veneto

Godega di Sant'Urbano

Povegliano

Noale

San Dona' di Piave

San Pietro di Morubio

Sorga'

Erbe'

Peschiera del garda

Belfiore

Bussolengo

Pescantina

Quinto Vicentino

Arzignano

Sarego

Marano vicentino

Monte di malo

Cornedo Vicentino

Solagna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento