Obiettivo efficienza: la p.a. impara dall’azienda

Metodi lean per dare servizio al cittadino e migliorare il lavoro negli uffici comunali. GC&P di Asolo offre un progetto pilota al Comune di Villorba (TV).

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Esiste un'alternativa reale ai tagli lineari: ripensare i processi mettendo al centro il cittadino. Ottimizzare e utilizzare le risorse disponibili per dare nuovi servizi, valorizzando le competenze delle persone che lavorano nella Pubblica Amministrazione. Un progetto pilota, proposto dai consulenti di GC&P al Comune di Villorba, dimostra come la P.A. può sempre migliorare.

Nicola Gianesin, Amministratore Delegato di GC&P ed esperto di Lean Organization, ha voluto tentare l'impresa che a molti può apparire impossibile: intervenire nei processi della Pubblica Amministrazione per ottimizzarne l'efficienza, creando valore (come si dice in gergo) e migliorando il servizio al cittadino, ma anche lo stesso lavoro dei dipendenti del Comune. Nasce così un progetto pilota che il Sindaco di Villorba (TV) ha proposto all'Ufficio Tecnico, una sorta di laboratorio con una sperimentazione sul campo degli strumenti del Lean Thinking.

«Teniamo particolarmente a questo progetto - afferma Gianesin - nato dalla collaborazione con La Fornace dell'Innovazione, incubatore di Asolo di cui facciamo parte. Abbiamo contribuito molto volentieri mettendo a disposizione gratuitamente al Comune di Villorba le nostre professionalità, perché intendiamo sostenere iniziative innovative, come questa, che sono le uniche in grado di riportare il nostro territorio, e l'Italia in generale, in un sano percorso di efficienza amministrativa e di equità sociale. Pilastro che, insieme con l'iniziativa imprenditoriale privata, è il fondamento di un'armoniosa crescita economica e sociale».

Una settimana di formazione e operatività finalizzate al miglioramento nell'Ufficio Tecnico (Edilizia privata). Un ufficio che, per sua natura, ha grande impatto sul cittadino, e che per questo è stato scelto come progetto pilota dal sindaco Marco Serena, interessato alla Lean nella Pubblica Amministrazione. «Con GC&P abbiamo posto le basi per un nuovo modello di organizzazione del lavoro - afferma il sindaco - che è auspicabile in tutta la PA. Nel pieno rispetto delle normative vigenti, si possono coniugare la valorizzazione delle professionalità interne e un servizio più efficace ed efficiente al cittadino, che deve essere il primo destinatario del nostro servizio».

Risultati

In ottica Lean, ogni prestazione va misurata. Definiti gli indicatori, di velocità di risposta e di efficienza operativa nella gestione delle pratiche edilizie, i risultati sono stati significativi: nella maggior parte dei casi, il tempo medio di risposta è stato quasi dimezzato, e in ogni caso è ben al di sotto dei requisiti imposti dalla normativa; il tempo tecnico dedicato alle pratiche si è sensibilmente ridotto, mostrando così al cliente/cittadino (o professionista) la qualità del servizio erogato. Altri benefici stanno nella qualità del lavoro, per i dipendenti dell'ufficio tecnico che operano in un contesto ordinato e facile da gestire, e in un rapporto più trasparente e collaborativo con il pubblico.

«Il miglioramento - continua il Sindaco - è anche a vantaggio del lavoratore, che può dimostrare la propria professionalità. Con alti standard interni influenziamo anche i nostri interlocutori, chiamati a conformarsi alla nostra efficienza. In questo modo si crea un circolo virtuoso di miglioramento continuo. Un Ufficio Tecnico efficiente, che raggiunge l'eccellenza nei propri processi e si dota di strumenti innovativi per il dialogo con i propri clienti, dà "lezioni" di professionalità anche ai privati. In tempi di "spending review" e di sottodimensionamento degli organici, l'efficienza ci permette di dare anche servizi aggiuntivi al cittadino.»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento