Open Data, avviato il progetto europeo Odeon con la Regione Veneto a far da capofila

Si tratta di un vasto partenariato dell’area mediterranea, sulla qualità dei dati aperti ed il loro utilizzo per migliorare i servizi ai cittadini ed imprese

E’ ufficialmente partito il nuovo progetto europeo Odeon, con la Regione Veneto capofila di un vasto partenariato dell’area mediterranea, sulla qualità dei dati aperti ed il loro utilizzo per migliorare i servizi ai cittadini ed imprese. Il vicepresidente della giunta veneta ha ricevuto a Palazzo Balbi a Venezia i rappresentanti degli enti che partecipano al progetto che la Commissione Europea ha recentemente approvato nell’ambito della programmazione INTERREG MED.

Il vicepresidente veneto Forcolin, che ha tra le sue deleghe anche quella dell’attuazione dell’Agenda Digitale, ha detto di credere molto nella trasparenza e nel valore dei dati. “Credo infatti – ha aggiunto augurando successo al progetto - che offrire dati di qualità ai cittadini e alle imprese li renderà più responsabili e più virtuosi, nonché più produttivi e competitivi. Il dato è considerato il vero petrolio del nuovo millennio e noi auspichiamo che quello pubblico, aperto e gratuito, sia volano di innovazione e di crescita economica e sociale dei nostri territori”. Nello specifico, Odeon (Open Data for European Open iNnovation) è un progetto che, attraverso la collaborazione tra pubblico e privato, si focalizzerà sulla qualità dei dati aperti e sulla capacità degli Innovation Lab territoriali di capitalizzare e sfruttare gli stessi dati per produrre servizi e applicazioni in un’ottica di Open Innovation.

A fianco della Regione del Veneto ci sono la Camera di Commercio di Padova, la Camera di Commercio del Montenegro, l’Agenzia croata per l’innovazione delle PMI, il Parco Tecnologico di Ljubljana (Slovenia), la Greek Free Open Source Software Society (Atene), il governo Aragonese (Spagna), l’ Agenzia per la sostenibilità dell’ecosistema Mediterraneo (Marsiglia), il governo di Creta, la Regione Sardegna e la fondazione KIMF di Barcellona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • L'asfalto cede per il maltempo, voragine in mezzo alla strada

Torna su
TrevisoToday è in caricamento