Confcommercio sull'ordinanza di Zaia: «Ci danneggia ma speriamo serva»

Eugenio Gattolin, segretario generale di Confcommercio Veneto, commenta l'ordinanza del 12 novembre presentata dal Governatore del Veneto: «Nuovo lockdown da evitare»

Eugenio Gattolin

«Tutto purché non si arrivi al lockdown». Questo, in sostanza, il commento sulla nuova ordinanza della Regione da parte del segretario generale di Confcommercio Veneto Eugenio Gattolin.

«Sicuramente l'ultima ordinanza della Regione Veneto e i continui appelli ad evitare "le vie dello struscio" creano un danno ai commercianti. Ma "se sono misure utili a evitare misure ben più pesanti sono il male minore e dobbiamo accettarlo - spiega Gattolin alla 'Dire' - Siamo cittadini e imprenditori responsabili - chiarisce Gattolin, che evidenzia anche che - nessuno di noi, nemmeno i virologi, ha la certezza che chiudere tutto per una settimana o due risolverebbe i problemi, pertanto dobbiamo cercare di convivere trovando soluzioni il più possibile equilibrate e compatibili, soprattutto per poter attraversare il Natale. Perché in questo contesto salvare il Natale diventa un imperativo, aumentare l'attenzione viene fatto con questo obiettivo, e dopo questo periodo durissimo diventa essenziale». La speranza, insomma, è che "con questa ordinanza migliorino i dati sanitari" e che non ci sia bisogno di arrivare al lockdown.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento