Ripresa post-Coronavirus, OVS pronta a lasciare Treviso a causa del caro affitti

La nota catena di abbigliamento avrebbe deciso di chiudere il negozio di via Indipendenza entro la fine dell'anno, sempre che i proprietari dello stabile non riducano il canone mensile

Sarà la catena di abbigliamento Ovs la prima a lasciare il centro storico di Treviso in questo periodo di ripresa post-Coronavirus? E' questo che i commercianti del centro cittadino si stanno ormai domandando nelle ultime ore dopo che, per le vie della città, è trapelata la notizia che il noto marchio vorrebbe chiedere il negozio di via Indipendenza entro la fine dell'anno. Per i più informati, i gestori avrebbero già comunicato alla proprietà dello stabile la loro intenzione di abbassare definitivamente le serrande a causa del "caro affitti" che ormai da tempo ha colpito anche il capoluogo trevigiano. Una situazione che era già nell'aria da diversi mesi, ma che il forzato lockdown da Covid-19 ha poi riportato in auge con ancora più veemenza che in precedenza. Troppo alto, infatti, il canone mensile richiesto ad Ovs per l'affitto dello stabile. Un caso simile a quanto successo in passato con Coin, solo che in quel caso alla fine la proprietà dei locali aveva fatto un passo in avanti andando a ridurre l'affitto mensile e scongiurando quindi la possibilità di trovarsi con un intero palazzo vuoto e difficilmente affittabile ad altri. Per molti, quindi, la speranza è che anche con Ovs possa accadere lo stesso, evitando perciò che in centro a Treviso scompaia uno dei marchi storici dell'abbigliamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

Torna su
TrevisoToday è in caricamento