Giovedì, 29 Luglio 2021
Economia

Paese apre uno sportello decentrato del Centro per l'impiego

E' il primo Comune della Marca a fare seguito ad protocollo di intesa fra Regione, Associazione dei Comuni Nazionale e Veneto Lavoro. Il sindaco Katia Uberti: «Uno strumento per venire incontro a chi non riesce a ricollocarsi attraverso una cerniera fra imprese locali e persone»

A Paese apre il primo sportello decentrato del Centro per l'impiego

Buone notizie per chi cerca un primo lavoro o è alla caccia di una nuova occupazione a Paese. L'Amministrazione infatti aprirà presto, primo Comune della Marca a dare corpo all'iniziativa, uno sportello decentrato del Centro per l'Impiego di Treviso. L'approvazione del progetto è avvenuta, all'unanimità, nel corso dell'ultimo consiglio comunale.

Si tratta dell'applicazione del Protocollo di Intesa tra la Regione, l'Associazione Nazionale di Comuni italiani, l'Anci del Veneto e Veneto Lavoro ed ha l'obiettivo di integrare la rete dei servizi già offerti alla cittadinanza di Paese attraverso il progetto "OrientaLavoro". Lo sportello sarà aperto, in una prima fase, il lunedì e il giovedì mattina e sarà gestito dagli stessi operatori incaricato di seguire l' "OrientaLavoro".

«Vogliamo - ha detto il sindaco di Paese Katia Uberti - attingere a tutte le risorse possibili per fornire risposte efficienti ed efficaci di sostegno e accompagnamento per le persone più fragili che incontrano le maggiori difficoltà nel collocarsi e ricollocarsi nel mondo del lavoro e per questo riteniamo che sia il tempo di attivare collaborazioni e sinergie a livello istituzionale».

«In questi anni di crisi economica a cui ha fatto seguito lo shock dovuto alla pandemia - ha proseguito il Sindaco - le condizioni del mercato del lavoro si sono molto deteriorate anche nella nostra Provincia, determinando una costante crescita della disoccupazione, alimentata dal mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato, dalle dinamiche connesse ai licenziamenti, dalla difficoltà dei disoccupati di lungo periodo ad uscire dal loro stato e dai numerosi problemi causati al tessuto produttivo locale dalle chiusure dovute allo stato di emergenza sanitaria. In questo quadro dobbiamo dare risposte di qualità alle persone che pur cercando attivamente una nuova o prima occupazione (a Paese gli iscritti alle liste sono circa 1.500, di cui 1.000 donne in uscita da contratti stagionali) non riescono a ricollocarsi. In particolare cresce la porzione di quelli che, al termine degli ammortizzatori sociali, si ritrovano senza lavoro e senza sostegno. Lo sportello decentrato farà da cerniera tra le imprese locali e le persone».

L'attività sarà coordinata in maniera tale per cui le situazioni di maggiore disagio potranno essere seguite anche dai servizi sociali del Comune

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paese apre uno sportello decentrato del Centro per l'impiego

TrevisoToday è in caricamento