menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donne discriminate in busta paga: alle pensionate venete 560 euro rispetto agli uomini

In Veneto le pensionate sono così costrette a gestire il proprio quotidiano con risorse economiche nettamente inferiori rispetto ai colleghi pensionati uomini

TREVISO Al mese guadagnano 560 euro in meno rispetto ai “colleghi” maschi. Una su due vive con assegni inferiori a  800 euro al mese. A loro arrivano circa 25 mila pensioni sociali (contro le 10 mila degli uomini) di poco superiori ai  5 mila euro lordi l’anno, 124 mila pensioni di invalidità (rispetto alle 77 mila dei maschi) con un importo di 5220 euro lordi annui e addirittura 14 mila e 700 pensioni di guerra da 3 mila e 200 euro  contro i 6 mila e 500 assegni che arrivano agli uomini con un importo annuale pari a 8 mila 118 euro.

Insomma, in Veneto le pensionate sono costrette a gestire il proprio quotidiano con risorse economiche nettamente inferiori rispetto ai pensionati uomini. E così, nella Giornata Internazionale della Donna, lo SPI CGIL del Veneto vuole puntare i riflettori su questa ulteriore discriminazione nei  confronti dell’universo femminile e, in questo caso, di quello delle persone anziane. Partendo da questa preoccupante realtà, lo SPI organizza in tutte le provincie del territorio una serie di iniziative che hanno l’obiettivo di non dimenticare le discriminazioni e le violenze cui tante donne, anche in Italia, sono ancora fatte oggetto.

“Anche quest’anno continua incessante l’attività dei coordinamenti provinciali Donne SPI – commenta Rossana Bettella, Responsabile del Coordinamento Donne SPI CGIL regionale - Un grande fiorire di iniziative e di appuntamenti a cui speriamo corrisponda, da parte dell’universo maschile, un aumento della consapevolezza dell’importante ruolo della donna nella società e della necessità di lottare insieme per le pari opportunità e contro ogni forma di violenza e di sopruso verso le donne, che invece ogni giorno vediamo crescere anche nei nostri territori”. Nello specifico, a Treviso tutta la settimana dal 6 al 13 marzo sarà ricca di iniziative in tutta la provincia. Si parte con un grande pranzo di donne ad Caselle di Altivole, si continua con visite alle case di riposo per portare mimose e momenti di svago, culmina proprio l’8 marzo in piazza, nel pomeriggio,  a Treviso con le canzoni di Francesca Gallo e letture varie e con lo spettacolo teatrale alla sera a Oderzo, “Primule rosse”. Si concluderà con un altro pranzo nell’oasi campagnola di Mareno di Piave.

Cattura-8-12

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento