Imoco festeggia 40 anni dalla sua fondazione

La società, un gruppo industriale leader a livello nazionale nel settore della tipografia, ora è controllata dal tandem di imprenditori Maurizio Maschio ed Enrico Polo, ed amministrata da Michela Pavan

Maurizio Maschio ed Enrico Polo

Nel 1980 nasce la prima Imoco (anzi I.Mo.Co.) a Ponzano Veneto, oggi l'azienda tipografica, cresciuta adeguandosi con lungimiranza alle richieste del mercato e a suon di acquisizioni di realtà di eccellenza sul territorio veneto e friulano, è diventata crescendo un gruppo industriale leader nel settore a livello nazionale grazie alla tecnologia d'avanguardia e alla costante "visione" che ha permesso di restare sempre al passo con i tempi, spesso anticipandoli con strategie vincenti. Un tipico esempio di eccellenza veneta e di spirito imprenditoriale del nordest produttivo. La società ora è controllata dal tandem di imprenditori Maurizio Maschio ed Enrico Polo, ed amministrata da Michela Pavan.

Il 6 giugno 1980 nasceva a Ponzano Veneto I.Mo.Co, acronimo di "industria modulo continuo", azienda tipografica specializzata nella produzione di moduli continui, che tre anni dopo si sposta a Villorba implementando la gamma dei prodotti tipografici. Dal 1991 l'azienda diventa Imoco Spa, non più monoprodotto, ma allargando la produzione e commercializzazione ai cataloghi, calendari, brochure, libri e da fine anni '90 orientandosi verso la specializzazione nella stampa di etichette autoadesive di prestigio, aprendo il mercato alla fornitura di etichette per il mondo del vino. Con l'avvento del nuovo secolo, dopo vent'anni di crescita costante, inizia l'espansione con l'acquisizione di Arti Grafiche Friulane nel febbraio 2006. La storica azienda tipografica friulana viene convertita nella produzione di etichette autoadesive offset e serigrafiche di alta qualità e nel 2013 si trasferisce nel nuovo stabilimento di Fagagna in provincia di Udine. Nel marzo 2011 viene completato l'attuale holding Imoco Group con l'ingresso di Europrint,  storica azienda tipolitografica di Quinto di Treviso specializzata nella produzione artistica di pregiati volumi fotografici, libri d'arte, periodici, cataloghi e qualsiasi prodotto per la comunicazione aziendale, nonché cartotecnica di pregio con ideazione e progettazione "sartoriale" nei confronti del cliente.

Imoco Group ha ottenuto la certificazione internazionale FSC Forest Stewardship Council e PEFC Pan-european Forest Certification Council. Con questo contribuisce al miglioramento della gestione delle risorse forestali in tutto il mondo garantendo che i materiali cartacei utilizzati nei processi di produzione provengono da forestazioni gestite in modo ecosostenibile e nel rispetto dei diritti delle popolazioni locali. Le aziende del Gruppo Imoco sono certificate anche ISO9001. In totale i tre stabilimenti contano 16.000 metri quadrati, suddivisi tra la Imoco di Villorba, l'Europrint a Quinto di Treviso, e le Arti Grafiche Friulane di Fagagna. Dall'inizio del 2020 è partito un ulteriore progetto di ampliamento della sede friulana, che verrà riattivato nei prossimi mesi garantendo ancora più flessibilità nell'organizzazione logistica e nel servizio ai clienti. 

Dal 2012 Imoco crea un progetto ambizioso: Imoco Volley, squadra di pallavolo femminile che in otto anni di esistenza ha vinto nove trofei (3 Scudetti, 1 Mondiale per Club, 2 Coppe Italia, 3 Supercoppe) diventando per seguito di pubblico e attenzione mediatica un fenomeno e un modello a livello internazionale.

imoco-51-7

Maurizio Maschio: «Siamo orgogliosi dei quarant'anni della nostra realtà industriale, che nel tempo ha sempre saputo aggiornarsi ed affrontare da protagonista il mercato. Il periodo storico che stiamo vivendo ci impone e suggerisce una serie di valutazioni per interpretare al meglio gli scenari futuri. Gli investimenti tecnologici che abbiamo fatto negli ultimi due anni fortunatamente si sono rivelati fondamentali per un salto di qualità del prodotto offerto e per aumentare la capacità produttiva, fattori che ci hanno premiato sul mercato. E' il momento ora di ripartire ed accendere i motori per crescere ancora sia in modo verticale, usufruendo del nostro know how e della tecnologia d'avanguardia di cui ci siamo dotati, sia in modo orizzontale con l'acquisizione di strutture sinergiche e soprattutto tecnologiche per stare sempre al passo con l'evoluzione del settore. Siamo motivati e consapevoli delle sfide future, ma forti di un'esperienza quarantennale le affronteremo con grande fiducia».

Enrico Polo: «Seguo con interesse e soddisfazione la crescita del Gruppo Imoco e sono molto interessato all'ampiamento della gamma dei prodotti di alto livello, perché la nostra filosofia aziendale ha sempre mirato a risultati qualitativamente importanti. Oggi ritengo che il marchio Imoco sia garanzia di eccellenza e sinonimo di serietà, qualità e solidità che ha le sue radici nella tradizione pluridecennale dell'azienda. Abbiamo sempre avuto un occhio di riguardo al sociale e al territorio, e la vera dimostrazione è quella realtà meravigliosa che siamo riusciti a realizzare con grandi e costanti investimenti economici, l'Imoco Volley. E' un progetto che abbiamo dedicato a tutti indistintamente per condividere insieme il nostro successo imprenditoriale, un fiore all'occhiello non solo per il nostro gruppo, ma per tutto il nostro territorio».

Michelapavan-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Michela Pavan: «Da dieci anni sono l'Amministratore di Imoco spa, e da ventuno anni lavoro con soddisfazione nel Gruppo, conosco bene uno ad uno tutti i dipendenti e i commerciali dei nostri tre stabilimenti e sono orgogliosa del carattere, impegno e professionalità che ogni giorno dimostrano "sul campo". Questo periodo appena trascorso, seppur difficile e drammatico, lo abbiamo affrontato con assoluta responsabilità anteponendo la salute di tutti gli addetti e la sicurezza nel lavoro a qualsiasi altro pensiero. Non abbiamo mai chiuso l'azienda anche nei giorni più difficili per garantire servizio e prodotto alle aziende della filiera essenziale. Ora è arrivato il momento di pensare con ottimismo al futuro da riprogrammare con strategie vincenti e fiducia nella ripresa dei mercati e del tessuto produttivo del paese. Ringrazio tutti i miei collaboratori ed auguro a tutti di festeggiare i prossimi quarant'anni di attività insieme e in particolar modo ringrazio i nostri clienti che ci hanno manifestato stima e affetto soprattutto negli ultimi mesi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento