menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La famiglia Zago

La famiglia Zago

L'azienda trevigiana Pro-Gest al progetto "Elite" di Borsa Italiana

L'holding di Istrana tra le nuove candidate del programma formativo finalizzato a rafforzare le imprese che vogliono crescere

ISTRANA Il Gruppo Pro-Gest, numero uno in Italia nella produzione di carta, cartone, imballaggi e packaging, oltre che una delle maggiori realtà in Europa nel comparto del riciclo, ha debuttato a Milano nella sede di Borsa Italiana presentando la propria candidatura alla nuova sessione del programma ELITE, la piattaforma di servizi integrati nata per supportare e valorizzare le migliori Pmi italiane con l’obiettivo di farle crescere e diventare leader globali. Aderendo al programma ELITE, Pro-Gest prosegue nella propria azione di rafforzamento del gruppo e di consolidamento strategico ai fini di una crescita industriale anche sul fronte dei mercati esteri.

La Holding della famiglia Zago ha chiuso infatti l’esercizio 2014 con ricavi consolidati pari a 351 milioni di euro, registrando un +13% rispetto al 2013. Anche l’EBITDA è salita dai 40 milioni del 2013 ai 50 milioni di euro del 2014, pari ad un +25% sull’anno. Questi risultati sono il frutto di strategie di mercato volte alla diversificazione delle produzioni e di scelte industriali che privilegiano gli investimenti tecnologici e l’integrazione verticale. “Questo percorso è un modo per fare crescere all’interno di Pro-Gest le competenze necessarie ad un ulteriore sviluppo del nostro gruppo” – afferma Francesco Zago, Direttore Generale di Pro-Gest - “Inoltre entrare in ELITE ci darà il modo di relazionarci maggiormente con il mondo della finanza e di far parte di un network di primo livello nel panorama nazionale ed internazionale”.

La candidatura al progetto ELITE, nello specifico, è rivolta non solo ad aziende interessate alla quotazione nel mercato azionario, ma anche a chi valuta l’intervento di un private equity o un’emissione obbligazionaria tipo minibond o ancora ad imprese desiderose di migliorare i propri processi interni per avere una risposta più efficace dal sistema bancario. Come ho detto a più riprese, anche recentemente – conclude Bruno Zago, Amministratore Delegato del Gruppo – finora Pro-Gest ha portato avanti i propri investimenti attingendo a risorse interne, effetto di una gestione che ha portato buoni risultati economici. Se vogliamo continuare a crescere in maniera strutturata è giusto rivolgersi ad investitori esterni. Non abbiamo preso ancora alcuna decisione in merito ma non ci precludiamo alcuna opzione, vogliamo solo essere certi che qualunque orizzonte si apra noi saremo pronti ad affrontarlo al meglio, sotto tutti i punti di vista”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Schianto tra due moto e un'automobile: morto un centauro 25enne

  • Cronaca

    Lutto a Follina, l'alpino Mario Naibo è andato avanti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento