rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

Progetto "Ripartire": più di 200 Imprenditori in crisi seguiti dalla Provincia di Treviso

Grazie a oltre 162mila euro la Provincia ha tentato di dare, con risultati molto positivi, una risposta all'ingente numero di suicidi di imprenditori in difficoltà

TREVISO Si è concluso il progetto "Ripartire", l’intervento organizzato dalla Provincia di Treviso in favore degli imprenditori che hanno cessato l'attività per colpa della crisi. La Provincia di Treviso aveva destinato al progetto 161.446,32 euro nell’ambito delle Politiche Attive del Lavoro varate in più settori, dai giovani ai lavoratori svantaggiati. L’iniziativa ha visto poi il sostegno di Camera di Commercio, Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, CNA Provinciale, Artigianato Trevigiano, Unascom, Confesercenti, Conf. Italiana Agricoltori, Federazione coldiretti e Coopagri, che hanno collaborato su alcuni percorsi di avvio d'impresa e alla commissione di valutazione. Sono oltre 200 gli imprenditori seguiti, formati, riqualificati o riavviati a un’attività.

“La Provincia di Treviso ha sempre creduto nelle politiche attive del lavoro, per aiutare i lavoratori in difficoltà ma anche per far ripartire l’impresa e creare nuova occupazione. Il progetto “Ripartire” è la dimostrazione concreta di cosa si può fare quando si hanno i fondi e le capacità, è stata la nostra risposta al problema dei suicidi e siamo davvero orgogliosi di aver potuto aiutare oltre 200 imprenditori o lavoratori autonomi trevigiani – spiega Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso –  Il lavoro è una delle priorità per i cittadini soprattutto in questo momento storico, per questo motivo siamo felici dei risultati ottenuti insieme alle Associazioni di Categoria coinvolte. Ricordo che “Ripartire” era inserito in un quadro più generale di Politiche Attive del Lavoro e mi piace pensare che i risultati positivi illustrati pochi giorni fa in conferenza stampa, come l’aumento delle assunzioni, siano anche frutto delle iniziative messe in atto dalla Provincia proprio nel momento di maggior crisi. Ora i fondi sono finiti e i progetti azzerati, ci auguriamo di poter continuare a sostenere i trevigiani una volta che la questione Stato-Regione per la gestione dei Centri per l’Impiego sarà conclusa”.

“Ripartire” è il progetto dedicato agli imprenditori o lavoratori autonomi che, nel momento più duro della crisi internazionale, hanno cessato la propria attività. Grazie al progetto la Provincia di Treviso ha preso in carico e affiancato varie figure in percorsi di orientamento, formazione e supporto al reinserimento nel mondo del lavoro e alla riapertura di attività. Le persone interessate all’avvio di una nuova impresa sono state guidate nella realizzazione di un business plan con consulenza individuale e incontri e corsi formativi. Quelle interessate invece alla ricerca di un lavoro dipendente sono state aiutate attraverso interventi formativi coerenti con le esperienze precedenti e finalizzati alla riqualificazione. Infine, era sempre previsto uno stage in azienda e in alcuni casi un incentivo alla start-up".

Questi i risultati del progetto:
- 16 persone hanno riaperto un'attività autonoma con relativo incentivo allo
start-up d’impresa;
- 16 persone sono state assunte a tempo indeterminato;
- 69 sono stati i contratti a termine stipulati con persone in carico al
progetto;
- 33 i tirocini di 300 ore finanziati dal progetto;

- 100 partecipanti a corsi di formazione;
- 21 incentivi alle aziende per le assunzioni effettuate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto "Ripartire": più di 200 Imprenditori in crisi seguiti dalla Provincia di Treviso

TrevisoToday è in caricamento