Economia

Contarina fra aumenti e proteste dei cittadini: arriva la proposta risolutiva della Cgil

La proposta del segretario generale Lorenzon: "La società si confronti con i sindacati per ridurre le tariffe alle utenze più deboli. Nel 2017 sono infatti previsti degli aumenti "

TREVISO “Contarina tenda una mano ai cittadini e si confronti con i sindacati per siglare un accordo per ridurre le tariffe alle utenze più deboli, come ha fatto Savno nella Sinistra Piave”. All'indomani delle proteste dei trevigiani per i costi per lo svuotamento del rifiuto secco nei 50 comuni gestiti da Contarina e per gli aumenti reali (che arriveranno l'anno prossimo), il segretario generale della Cisl Belluno Treviso Franco Lorenzon lancia un appello alla società di gestione dei rifiuti del Consiglio di bacino Priula.

Contarina - afferma Lorenzon - è un’eccellenza del nostro territorio, ma guai a dormire sugli allori. La società non ha aumentato le tariffe nel 2016, eppure gli utenti hanno una percezione negativa dei costi relativi al servizio, giudicandoli troppo alti. Non sta a me giudicare se le proteste dei cittadini siano più o meno giustificate, ma va registrato il fatto che questa percezione altrove non c'è”. Da qui, la proposta: “Da parte di Contarina sarebbe un ottimo segnale di attenzione ai cittadini, specie in questo momento di crisi, firmare un accordo con le organizzazioni sindacali per ridurre le bollette dei rifiuti a chi ha reddito Isee inferiore a 15 mila euro. In Sinistra Piave, con Savno, l'abbiamo fatto: cosa impedisce a Contarina d'imboccare la stessa strada?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contarina fra aumenti e proteste dei cittadini: arriva la proposta risolutiva della Cgil

TrevisoToday è in caricamento