rotate-mobile
Economia

Credito: 39 per cento imprese trevigiane lamentano restrizione

Uno studio del centro "Tolomeo" fotografa la condizione delle imprese trevigiane: restrizione del credito, ritardi nei pagamenti e rapporto con le banche sempre più difficili

Il centro studi "Tolomeo" ha condotto una ricerca, presentata oggi nella sede di Confartigianato Treviso, sulla situazione delle imprese della Marca.

Su un campione di 800 piccole imprese, il 39 per cento lamenta, relativamente al secondo semestre del 2011, una o più restrizioni del credito, mentre hanno visto allungarsi di una ventina di giorni i tempi di pagamento di forniture e servizi, passando così da 70 a 90.

Il 74 per cento delle imprese interpellate dichiara di aver riscontrato ritardi nel saldo delle fatture, mentre per il 46 per cento il tempo trascorso fra la consegna dei lavori ed il pagamento supera i tre mesi.

Al centro dell'indagine del centro studi "Tolomeo", anche il rapporto tra imprese e banche, che risulta essere peggiorato. Il 31 per cento degli artigiani segnala un aumento dei tassi di interesse; il 20 per cento lamenta l'introduzione di nuove richieste di garanzie; il 33 per cento fa notare l'inasprimento dei limiti sui volumi erogati e il 16 per cento, infine, racconta di aver ricevuto una risposta negativa a priori.

Sotto tutti questi profili, il segmento più penalizzato sembra essere quello dell'edilizia, rispetto al quale le risposte nel senso di una restrizione del credito raggiungono il 60 per cento.

A fronte di queste difficoltà, l'associazione artigiana ha quindi chiesto al Parlamento la rapida promulgazione della legge sui termini di pagamento, in attuazione della direttiva comunitaria in materia, ed ha esortato l'avvio di accordi di filiera che contengano anche l'impegno sui tempi di liquidazione delle forniture.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Credito: 39 per cento imprese trevigiane lamentano restrizione

TrevisoToday è in caricamento