menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro over 50 nella Marca: nasce in Provincia una rete territoriale

E' il risultato della riunione tenutasi al Sant'Artemio tra i soggetti che fanno parte di “Unica Rete”, finalizzata a favorire il collocamento lavorativo di persone ultracinquantenni

Nasce dall'incontro tenutosi nella sede della Provincia di Treviso una rete territoriale finalizzata a favorire il collocamento lavorativo di persone over 50.

L'iniziativa, creata come progetto pilota nell’ambito del Progetto Europeo “Silver City”, è mirata a favorire l'impiego degli ultracinquantenni usciti dal mercato del lavoro che rientrano nella categoria di persone svantaggiate (non disabili) e i lavoratori over 50 senza impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, dichiarati "svantaggiati".

All’incontro, promosso per avviare i lavori della Rete e presentare la programmazione delle attività, sono stati invitati i rappresentanti di tutti i soggetti coinvolti: BPI Italia - Gruppo Obiettivo Lavoro, Comune di Treviso, Comune di Montebelluna, Comune di Oderzo, Comune di Conegliano, Comune di Vittorio Veneto, Comune di Cornuda, Comune di Casier, UST CISL Treviso, UGC CISL Treviso, Copagri di Treviso, CAN -  Associazione Provinciale di Treviso.

Per la realizzazione del progetto, la cui durata è prevista da ottobre 2013 a maggio 2014, la Provincia ha indetto un apposito bando al quale sono stati invitati a partecipare gli otto Consorzi di cooperative sociali accreditati in base alla normativa regionale.

A vincere è stato il Consorzio Intesa, che ha previsto di costituire una rete territoriale per l’attuazione di una serie di azioni mirate che comprende un sistema integrato di gestione per il collocamento professionale del target, un’analisi aggiornata delle nicchie di mercato favorevoli all’occupazione del target, un’azione formativa/orientativa e un’analisi della sostenibilità del sistema integrato a lungo termine.

Si tratta di un sistema misto pubblico-privato, una sorta di partenariato permanente costituito da Provincia di Treviso, Comuni, agenzie per l’impiego, associazioni di categoria, cooperative e altri soggetti. L’analisi  delle nicchi di mercato sarà condotta rispetto al target di riferimento considerato nella sua problematicità, mentre l’azione formativa sarà volta ad adattare le competenze del target alle esigenze delle nicchie di lavoro identificate, prevedendo anche la possibilità di creare nuova impresa. Infine, l'analisi della sostenibilità del sistema mira a garantire la sua sopravvivenza e la sua eventuale trasferibilità anche a finanziamento esaurito.

In termini di risultati concreti, il progetto “Unica Rete” si pone l’obiettivo di creare almeno 15 occasioni di impiego sul territorio provinciale, affiancate da una rete permanente stabilita da accordi tra i membri e da una mappatura delle nicchie di mercato favorevoli al target.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento