Rilancio dell'imprenditoria locale: a Casale un accordo per finanziamenti da 800 mila euro

Firmati due protocolli per sostenere le 334 imprese produttive artigiane e le 291 attività commerciali operanti nel territorio comunale

Una foto di gruppo dopo la firma

Il Comune di Casale sul Sile con BCC Pordenonese e Monsile e CentroMarca Banca a sostegno dell’economia e delle attività d’impresa del territorio. Sono stati firmati lunedì in municipio a Casale sul Sile due protocolli d’intesa con Trevigianfidi, Canova Cooperativa Artigiana di Garanzia della Marca Trevigiana, Consorzio Veneto Garanzie-Confartigianato e Fidimpresa & Turismo Veneto, per sostenere le 334 imprese produttive artigiane e le 291 attività commerciali operanti nel territorio di Casale sul Sile. Presenti alla firma dell’intesa il sindaco Stefano Giuliato, l’assessore alle attività produttive Lorenzo Biotti, il direttore Commerciale di CentroMarca Banca Maurizio Dal Corso, il Responsabile Polo Commerciale Ovest di BCC Pordenonese-Monsile Mauro Antonello, IL FORUM DELLA ATTIVITA' PRODUTTIVE costituito dai rappresentanti locali delle associazioni di categoria: ARTIGIANATO TREVIGIANO, ASSINDUSTRIA VENETOCENTRO, CNA, COLDIRETTI TREVISO, CONFAPI, CONFARTIGIANATO, CONFCOMMERCIO, CONFCOOPERATIVE; e di Confidi: Trevigianfidi, Canova Cooperativa Artigiana di garanzia della Marca Trevigiana, Consorzio Veneto Garanzie-Confartigianato e Fidimpresa & Turismo Veneto.

L'accordo, che consentirà di immettere nel territorio circa 800mila euro di liquidità vuole fornire le basi per rilanciare l'economia locale in questo difficile periodo di emergenza Covid. L’amministrazione comunale ha stanziato complessivamente 75 mila euro così suddivisi: per "Casale per le imprese” 10.000 euro all'anno che potranno generare 500.000 euro di finanziamenti; mentre per Confidi (Trevigianfidi, Canova Cooperativa Artigiana di garanzia della Marca Trevigiana, Consorzio Veneto Garanzie-Confartigianato e Fidimpresa & Turismo Veneto) 25.000 euro che potranno generare 300.000 euro di finanziamento.

Soddisfazione per l'intesa raggiunta è stata espressa dall’amministrazione comunale. “Questo accordo – ha detto Stefano Giuliato– ha un grande valore in quanto risponde alle esigenze scaturite dall'ascolto degli operatori economici del territorio e del continuo dialogo con le Associazioni di categoria. Il tessuto produttivo potrà attingere a queste opportunità pensate proprio per affrontare questa dura fase economica. Inlotre, ci tengo a ringraziare doverosamente la BCC Pordenonese e Monsile e CentroMarca Banca per questa partnership venutasi a creare sottolineando la volontà di attuare  tale operazioni anche per la profonda radicalità che questi istituti di credito hanno nel nostro territorio cogliendo l'opportunità di operazioni innovative e non standardizzate. Una storia di sostegno creditizio a km zero!”.

Sulla stessa linea anche il Responsabile del Polo Commerciale Ovest della BCC Pordenonese e Monsile, Mauro Antonello che ha dichiarato: “Bcc Pordenonese e Monsile ha accolto da subito con favore la proposta del Comune di Casale  volta a sostenere in primis le piccole realtà imprenditoriali locali, più penalizzate dalla fase di lockdown. Per la nostra Banca è importante supportare gli operatori economici del territorio, le loro famiglie e le istituzioni nel momento del bisogno perché ci sentiamo la responsabilità di dover fare la nostra parte non solo a parole ma con i fatti. E’ così che Bcc Pordenonese e Monsile, banca del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, interpreta il suo ruolo di partner di riferimento locale per lo sviluppo e la tutela del territorio”.

“In un momento di evidente difficoltà per le imprese del territorio – ha detto Maurizio Dal Corso, direttore commerciale di CentroMarca Banca – il nostro Istituto vuole dare sostegno concreto al rilancio dell'economia. Durante il periodo di lockdown, e anche ora che siamo in fase di ripresa, CMB si è messa concretamente a disposizione delle famiglie e imprese che hanno visto in noi un partner affidabile e con gli stessi valori di tutela e sostegno al territorio. Accordi come questo evidenziano la nostra vocazione di Istituto di Credito attento alle esigenze economiche delle zone in cui opera, secondo una logica cooperativa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’iniziativa “Casale per le Imprese”  prevede  che BCC Pordenonese e Monsile e CentroMarca Banca eroghino  il credito alle aziende del territorio con durata massima sino a 5 anni, tasso massimo del finanziamento fisso al 2,00% senza spese di istruttoria pratica, con iter di richiesta semplificato. Al termine di ogni anno solare le imprese dovranno produrre al Comune la certificazione degli interessi pagati sul finanziamento ottenuto dalla banca, a fronte della quale il Comune si impegna a rimborsare gli interessi sostenuti direttamente in conto. Per il cliente quindi il finanziamento sarà in sostanza a tasso zero. L'accordo prevede, infine, la sussistenza di alcune condizioni minime necessarie per le imprese richiedenti, ovvero, esercitare la propria attività nel Comune di Casale sul Sile dal 1° gennaio del 2018 in via continuativa, regolarità del pagamento dei tributi comunali degli ultimi due anni, autocertificata, come pure per la regolarità contributiva fiscale e previdenziale; assenza di pregiudizievoli, presentazione delle ultime due dichiarazioni dei redditi o ultimi due bilanci depositati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento