rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Economia Salgareda

Alla Codognotto contributo di 500 euro contro il caro bollette per 800 collaboratori

Maurizio Codognotto, CEO del Gruppo: «Abbiamo di fronte a noi un 2023 nel quale il mercato probabilmente manterrà livelli di incertezza ed instabilità elevati, per fronteggiare i quali dovremo, sempre di più, dimostrare di essere questo, squadra, che lavora fianco a fianco, con fiducia e trasparenza»

Instabilità non ti temo. O meglio, ti affronto, ti comprendo, ti analizzo, e ricerco soluzioni e percorsi per superarti. È lo spirito imprenditoriale dell’azienda specializzata in logistica Codognotto  di Salgareda, che anche in questo 2022 caratterizzato dall’incertezza conferma uno spirito positivo e una visione orientata alle persone e in particolare al benessere dei propri collaboratori, valorizzando il rapporto di fiducia che li lega all’azienda. Ci sono dunque le persone, il team – oltre 800 dipendenti – al centro della strategia ‘anti incertezza’ 2022 del management Codognotto: le persone, la volontà di tutelarle, supportarle, per premiare e continuare a rinsaldare quella coesione di squadra che è da sempre uno degli aspetti essenziali e vincenti dell’azienda.

Va in questa direzione il contributo di 500 euro ai dipendenti annunciato in questi giorni. Un sostegno per fronteggiare l’aumento dei prezzi dell’energia e il rialzo dell’inflazione, con conseguente diminuzione del potere di acquisto, che si aggiunge alle numerose altre iniziative intraprese nel corso del 2022 a favore dell’attaccamento affettivo verso l’Azienda, che si conferma essere uno dei punti forti a sostegno dello sviluppo dell’Impresa. Vanno citate infatti le iniziative come il Premio di Risultato in Welfare per gli autisti, i numerosi Bonus erogati in corso d’anno sottoforma di Welfare, le attività a sostegno della forma fisica e della salute in generale, per le quali l’Azienda ha una vera e propria palestra all’interno degli uffici di Salgareda. E nella stessa volontà di supporto rientra il ricollocamento dei lavoratori ucraini, ridistribuiti in altre sedi d’Europa per consentire il trasferimento anche delle famiglie.

Maurizio Codognotto

Supportare e motivare il collaboratore a contrastare il cambiamento con il cambiamento, con la ricerca di nuove possibilità, di nuovi traguardi a cui ambire: in questo senso anche la scelta di investire in digitalizzazione, per rendere il lavoro meno stressante, più efficiente e più innovativo. E ancora, quella di dare nuova linfa alla formazione: una nuova edizione dell’Academy interna per formare una classe di persone con finalità ultima l'assunzione, oltre 1.000 ore di coaching a 50 dipendenti, più di 30.000 ore di formazione. Acquistati anche 100 mezzi di ultima generazione per migliorare gli standard di qualità lavorativa dell’autista e per incoraggiare il risparmio e la sostenibilità grazie alla scelta del combustibile GNL oltre a 270 semirimorchi per il trasporto intermodale.

«Abbiamo lavorato insieme con fiducia ed affidabilità» ha dichiarato Maurizio Codognotto, CEO del Gruppo «ed abbiamo conseguito un risultato importante, segno che la squadra, unita e forte, ha saputo adottare la necessaria flessibilità per rispondere velocemente alle sollecitazioni del mercato. Abbiamo di fronte a noi un 2023 nel quale il mercato probabilmente manterrà livelli di incertezza ed instabilità elevati, per fronteggiare i quali dovremo, sempre di più, dimostrare di essere questo, squadra, che lavora fianco a fianco, con fiducia e trasparenza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Codognotto contributo di 500 euro contro il caro bollette per 800 collaboratori

TrevisoToday è in caricamento