rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia San Biagio di Callalta

San Biagio, patto tra Comune, Confidi e banche porterà liquidità per 600 mila euro

Siglato il 1 ottobre un un protocollo di intesa a sostegno delle attività economiche locali impegnate a superare le difficoltà determinate dalla pandemia

Un volano per rimettere in circolo i consumi sostenendo le imprese. E’ stato siglato stamane a San Biagio di Callalta un protocollo di intesa tra il Comune e i Consorzi Fidi a sostegno delle attività economiche locali impegnate a superare le difficoltà determinate dalla pandemia. L’accordo prevede uno stanziamento di 50 mila euro da parte dell’Amministrazione comunale ai Cofidi, i quali agevoleranno il credito alle attività economiche locali tramite garanzia a condizioni favorevoli. Non solo: i Cofidi offriranno una linea di credito a condizioni particolarmente vantaggiose e con tempi certi grazie ad un accordo con tre istituti bancari: CentroMarca Banca, Volksbank e Bcc Pordenonese e Monsile. Grazie all’effetto moltiplicatore, frutto dell’accordo, il plafond disponibile sarà di 600 mila euro. Si va da importi di finanziamento che variano dai 10 ai 35 mila euro, durata massima 72 mesi, con garanzia del 50% a prima richiesta, nessun costo istruttorio, iter semplificato, ad un tasso dello 0,70.

A sottoscrivere il protocollo di intesa, oltre al Comune, i rappresentanti di Cofidi Trevigianfidi, Canova cooperativa artigiana di garanzia della Marca trevigiana Scarl, Consorzio Veneto garanzie e Fidimpresa & Turismo Veneto. «L’adesione di più soggetti e istituti bancari al nostro protocollo – spiega il sindaco Alberto Cappelletto – avrà un effetto moltiplicatore di vantaggi per quelle imprese, artigianali o commerciali, attive nel nostro comune, che hanno la necessità di accedere al credito per poter ripartire dopo le fasi difficili vissute nei mesi passati. Un modo concreto per sostenere l’economia e l’occupazione locale». Si va da importi di finanziamento che variano dai 10 ai 35 mila euro, durata massima 72 mesi, con garanzia del 50% a prima richiesta, nessun costo istruttorio, iter semplificato.

«La Cna di Treviso plaude all’impegno dell'Amministrazione di San Biagio di Callalta nel mettere a disposizione rilevanti risorse che si rivelano utili per aiutare le imprese locali a superare questa fase di difficoltà» afferma Rudy Bortoluzzi, direttore del confidi Canova promosso dalla Cna Treviso, mentre Ennio Piovesan, presidente del mandamento Confartigianato di Treviso, si compiace «per la sensibilità e concreta vicinanza che ancora una volta dimostra al mondo delle imprese. Mettendo insieme le forze, si possono fare grandi cose». 

«Come Ascom-Confcommercio, siamo soddisfatti di questo importante obiettivo raggiunto. Il fund è un nuovo modello di finanza sociale che – commenta Giacomo Pasqualato, fiduciario Ascom - supera ed integra il tradizionale approccio al credito mettendo insieme la Pubblica Amministrazione, le imprese, i Confidi e le banche».

«Per accompagnare oggi le aziende nella strada della ripresa è essenziale individuare nuovi strumenti che favoriscano una prospettiva di medio-lungo periodo, in grado di rafforzare il posizionamento finanziario delle imprese e di cogliere opportunità per nuovi investimenti. Ed è un nostro obiettivo» commenta Claudio Alessandrini, direttore generale di CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia.

«Agevolare e snellire il credito alle imprese grazie all’impegno di tutti i principali attori del territorio. Questo è lo spirito che ci ha spinto a prendere parte all’importante progetto. Sono sicuro che tutti insieme riusciremo a fare la differenza» dichiara Mauro Antonello, responsabile Direzione territoriale Ovest di Bcc Pordenonese e Monsile.

«Da diversi mesi in Volksbank abbiamo intrapreso un percorso di sostegno alle imprese, che ci ha visto impegnati insieme a Comuni, consorzi fidi ed altri istituti di credito del territorio veneto - osserva Vittorio Pucella, direttore dell’area Treviso-Belluno-Pordenone di Volksbank - come banca del territorio il nostro scopo è quello di dare un aiuto concreto a tante realtà locali in questa importante fase di ripresa economica». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Biagio, patto tra Comune, Confidi e banche porterà liquidità per 600 mila euro

TrevisoToday è in caricamento