menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo sostenibile e aree montane, conferenza transfrontaliera e arte per il progetto europeo

Sabato e domenica a San Pietro di Feletto e Revine Lago

Entra nel vivo il progetto europeo S.T.RE.A.M. “Sostenere il Turismo sostenibile, la Rigenerazione Urbana e la promozione delle Arti in aree Montane”, un INTERREG Italia-Austria che vede come capofila il Comune di Sarmede e come partner il Comitato Provinciale Unpli Treviso, il Comune di Tramonti di Sotto, la Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore, il RM Regionalmanagement Karnten:Mitte (Carinzia Centrale). Sabato 11 e domenica 12 maggio è in programma una due giorni tra San Pietro di Feletto e Revine Lago per la Conferenza Transfrontaliera di progetto. Si inizia sabato, con la conferenza vera e propria durante i quali i partner si confronteranno sulle diverse tematiche, si prosegue domenica, con una giornata dedicata alle espressioni artistiche e a laboratori didattici, durante i quali ogni partner verrà rappresentato da uno o due artisti. Entrambi gli eventi sono aperti al pubblico per conoscere le curiosità del progetto e passare una domenica al Parco del Livelet immersi nell’arte.

IL PROGETTO STREAM L’obiettivo del progetto STREAM è quello di rivitalizzare i piccoli centri e favorire la nascita di destinazioni turistiche di eccellenza e diversificate in aree rurali/montane attraverso la cultura e l’arte. L’area di confine tra Italia e Austria si caratterizza per una ricchissima eredità culturale. Questa ricchezza si manifesta in una notevole quantità di siti e opere dall’inestimabile valore, che rappresentano una risorsa da valorizzare in un’ottica di crescita economica, sociale e turistica. Il progetto S.T.RE.A.M. nasce per favorire lo sviluppo e la rivitalizzazione economica dei piccoli centri che formano un tessuto socio-economico prezioso ma sempre più fragile. L’eredità culturale rappresenta un’opportunità da sfruttare attraverso la cooperazione transfrontaliera, la mappatura coordinata dei siti valorizzabili, la condivisione di un piano di promozione del turismo nei piccoli centri urbani e rurali nelle zone montane, sia venete sia carinziane, il recupero e l’utilizzo di spazi pubblici e privati, anche attraverso l’utilizzo di metodologie innovative.

SABATO 11 MAGGIO – LA CONFERENZA TRANSFRONTALIERA La conferenza, in programma nella Sala Consiliare del Comune di San Pietro di Feletto, vedrà i partner di progetto confrontarsi sullo stato dei lavori. A introdurre il progetto Stream sarà il sindaco di Sarmede. Michel Segers del RM Regionalmanagement Karnten:Mitte GmbH affronterà il tema di “Città culturali per tutti: strumenti smart per la creazione di una rete transfrontaliera di residenze per artisti”, illustrando il progetto austriaco di una web-app che possa aiutare gli artisti nella ricerca di spazi o residenze, precedentemente mappati, oltre che una panoramica degli eventi culturali. Seguirà Johannes Krämmer dell’associazione Kulturinitiative Gmünd con un intervento sullo “Sviluppare una rete di residenze per artisti: l’esperienza di Gmünd (Carinzia)”, dove è già presente una rete di residenze per artisti. Moreno Baccichet del Comune di Tramonti di Sotto parlerà di “Modelli di sviluppo sostenibile per recuperare spazi pubblici e privati attraverso l’arte e la cultura”, infine le Pro Loco Trevigiane presenteranno il proprio ruolo negli eventi dedicati all’arte e alla cultura, con esempi di eccellenza come “I Cortili dell’Arte” di Tarzo, “Artigianato Vivo” a Cison di Valmarino, il Lago Film Fest di Revine o le mostre in Villa Marini Rubelli di San Zenone degli Ezzelini e molte altre ancora… La conferenza è aperta al pubblico, in particolare a chi vuole capire quali sono le attività possibili per promuover i piccoli borghi con attività artistico-culturali.

DOMENICA 12 MAGGIO – ARTISTI DI IERI E DI OGGI Domenica invece la conferenza transfrontaliera si sposta dalle 10 alle 18 al Parco Archeologico Didattico del Livelet di Revine Lagosi, con l’evento “Artisti di ieri e di oggi”. Durante la giornata, ogni partner sarà rappresentato da un artista che effettuerà dimostrazioni e laboratori didattici nei giardini del parco. Tra gli artisti contemporanei partecipanti saranno presenti Lisa e Alexander Engel (Austria) che realizzeranno bambole con materiali di riciclo, l’incisore Michael Bardeggia (Sarmede), il pittore Lorenzo Mazzucco (Fondazione Tiziano), la mosaicista Carolina Zanelli e il cestaio Sandro Milan (Tramonti di Sotto). Una giornata affascinante al Parco del Livelet, un luogo ricco di storia dove l’arte e l’artigianato erano presenti già dai tempi dei paleoveneti, aperta gratuitamente al pubblico e alle famiglie per una domenica all’aria aperta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento