rotate-mobile
Economia

Cna Veneto, due mesi di tempo al Governo, poi il blocco dei tir

Gli autotrasportatori veneti danno due mesi di tempo al Governo per risollevare il settore dalla crisi. Dopodiché scatterà un nuovo blocco

Due mesi. Questo il tempo lasciato dagli autotrasportatori della Cna Veneto a Palazzo Chigi, per dare risposte concrete e risollevare il settore. Scaduto il termine, potrebbe scattare il blocco dei bisonti della strada.

“Diamo due mesi di tempo al Governo per mettere in atto le nostre richieste anti-crisi – annuncia il presidente della Cna Fita Veneto, Angiolina Mignoli – Senza risultati concreti, torneremo a proclamare il fermo”.

Nonostante i positivi riscontri ottenuti dal Ministro delle Infrastrutture Corrado Passera, Mignolli sottolinea "le difficilissime condizioni in cui gli operatori del settore si trovano ad operare".

E in vista dell'assemblea regionale unitaria di domani, a Padova, tra gli associati di Cna Fita, Confartigianato e Fai Veneto, il mondo dell'autotrasporto resta in fermento: "Le nostre richieste da sempre sono molto chiare – ricorda Mignoli – il precedente Governo aveva preferito spalleggiare le rivendicazioni della committenza rispetto a quelle degli autotrasportatori. Ci aspettiamo un cambio di marcia”.

I camionisti chiedono il rispetto dei costi minimi della sicurezza e dei tempi di pagamento e per quanto riguarda il costo del carburante, il recupero delle accise del 2011 e il recupero mensile per il 2012, utilizzando i 400 milioni stanziati dal Governo precedente. (ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cna Veneto, due mesi di tempo al Governo, poi il blocco dei tir

TrevisoToday è in caricamento